Walmart: stop alla vendita delle sigarette elettroniche

Il colosso statunitense Walmart ha deciso di non vendere più prodotti collegati al fumo elettronico

Dopo che Tump ha dichiarato la sua intenzione di bandire le sigarette elettroniche, il colosso Walmart ha deciso di stoppare la vendita di tali articoli. La normativa a riguardo negli Stati Uniti non è chiara. Non c’è un divieto di commercializzazione delle sigarette elettroniche imposto dalla legge.

Il comunicato di Walmart

In un comunicato, Walmart ha spiegato che dopo aver smaltito tutti gli stock di sigarette elettroniche, deciderà di non vendere più questi dispositivi. Tale decisione è stata dettata dall’ottava morte “misteriosa” avvenuta negli States a causa di una malattia polmonare correlata al fumo elettronico, il cosiddetto “svapo”.

- Advertisement -

Non è, però, la prima misura adottata da Walmart per arginare il fenomeno. Già dall’inizio dell’anno Walmart aveva bandito dai suoi store i prodotti per sigaretta elettronica al gusto frutta. Inoltre aveva innalzato l’età per l’acquisto a 21 anni.

Nel comunicato diffuso in questi giorni, però, la multinazionale Statunitense non si è espressa riguardo la possibilità di vendere nuovamente le sigarette elettroniche in futuro, successivamente ad accertamenti sanitari (nel caso il rischio di malattia venisse scongiurato dagli esperti).

- Advertisement -

La malattia polmonare che deriva dal fumo elettronico

Negli Stati Uniti, come già detto, i casi accertati di morte correlata allo svapo sono addirittura otto. Tutte le vittime sono decedute a causa di una malattia polmonare poco nota ai medici.

Sebbene gli esperti si siano dichiarati abbastanza sicuri della correlazione tra sigarette elettroniche e questa patologia, non è ancora nota l’effettiva sostanza o il fattore che scatena l’insorgere della malattia.

- Advertisement -

Centers for Disease Control and Prevention (CDC), ovvero i centri per la prevenzione e il controllo delle malattie, (organismi di controllo sulla sanità pubblica degli Stati Uniti d’America) hanno raccomandato a tutti i cittadini di astenersi dal fumo elettronico almeno fino ad ulteriori chiarimenti sulla vicenda.