Walter Rolfo: ultimo giorno di Masters of Magic 2018!

Penn e Teller sono qui a Saint-Vincent per selezionare nuovi talenti da portare in America.

L’edizione 2018 del MOM (MASTERS OF MAGIC ) volge al suo ultimo giorno.

Al timone di questa magica Kermesse vi è un illusionista, un ingegnere ed un imprenditore. Tre figure racchiuse in una sola persona: Walter Rolfo.

Loading...

Ha guidato questo magico e vincente Congresso in maniera eccellente. È lo stesso presidente Rolfo che racconta soddisfatto l’excursus “il Congresso nasce nell’anno 1972 su invenzione di Victor Balli. Victor era un mago torinese presidente del circolo Amici della Magia. Allora era molto apprezzato ma dopo la sua scomparsa ci fu un momento di silenzio. Nel 2008 decisi di riprendere in mano il progetto e riportarlo agli albori ridando credito e fama al Congresso magico. Partimmo in pochi rispetto ai numeri che si contano oggi. Posso affermare con grande orgoglio che

il Congresso ha guadagnato di nuovo stima e valore tanto da meritarsi un complimento d’Oltreoceano da Fool Us – trasmissione con Penn e Teller. Entrambi sono venuti qui a Saint-Vincent per selezionare nuovi talenti da portare in America ritenendolo il Congresso Magico più bello al Mondo!” 

Dal tono del linguaggio del presidente Rolfo si evince la sua emozione mista ad una motivata soddisfazione nonostante si mostri con la semplicità di una persona qualunque. Intanto l’interesse si sposta sulla location che dalle sue descrizioni pare esser particolarmente adatta “il congresso nacque a Saint-Vincent nel 1972 ed io ho continuato la tradizione. È il posto ideale giacché c’è un castello tra le montagne che infonde mistero e magia. A pochi passi c’è pure un Casinò. Sembra di vivere un’esperienza tra il mondo di Harry Potter e Las Vegas.” Ma lo straordinario Rolfo ha dimostrato un’innata capacità di entrare nei meandri del lato curioso e irrazionale dello spettatore.

Le novità Masters of Magic edizione 2018 saranno gli spettacoli live realizzati con l’aiuto di una regia guidata dal bravissimo Alessandro Marrazzo.

Colui che ha creato una scenografia molto ricca nonché uno strabiliante gioco di luci con un impegno costante “il traguardo più grande è dato dalla riuscita di uno spettacolo dove la gente vive due ore di magia ininterrotte con diversi tecniche di prestigio. Un lavoro spettacolare che confluisce in un enorme sogno ad occhi aperti dal nome Masters of Magic Gran Galà.” Grandi nomi del mondo della magia internazionale hanno partecipato a questo Congresso ed il resoconto parziale è pressoché positivo “C’è chi l’ha ritenuto un Congresso mai realizzato nella storia ed io ne sono felice ed onorato. Ma vorrei aggiungere che nella vita ho imparato una cosa.

Alla fine di uno spettacolo quando la gente dice <complimenti>, vuol dire che li hai resi contenti, altresì se la gente dice <grazie>, vuol dire che tu gli hai dato qualcosa. Ed il resoconto è di tanti <Grazie>!”

Quando gli viene chiesto “che consiglio darebbe a chi si approccia alla magia in questo momento?” Walter Rolfo risponde così “consiglio di continuare a cercare la magia e credo che sia necessario ricercarla nel cuore e nell’anima per non diventare tutti dei robot. È importante distinguersi facendo prevalere le nostre emozioni e

la magia stessa è infatti una generatrice di emozioni straordinarie.”

La personalità positiva e avvincente di Walter Rolfo con Masters of Magic promuove l’essenza della magia come linguaggio. Tutto ciò risulta evidente nei suoi corsi di formazione per le aziende, rivolti in primis ai manager, dove incoraggia loro a cercare di “raggiungere l’impossibile anche in un momento storico in cui per molti è difficile fare il possibile.”