Mancini contro la Calcagno, l’Ussi insorge VIDEO

Mancini-Calcagno

Roberto Mancini non sta certo vivendo un bel periodo. Prima le polemiche con Maurizio Sarri nel post Napoli-Inter di Coppa Italia, poi i risultati che non arrivano in campionato, infine la pesante sconfitta nel derby contro il Milan. Insomma, il tecnico nerazzurro non se la passa bene, un po’ come la sua squadra, che è in caduta libera dopo un avvio di stagione entusiasmante. Ieri sera, dicevamo, la ciliegina sulla torta, con il tre a zero rimediato a opera dei ragazzi di Mihajlovic e l’espulsione patita a seguito delle proposte in campo. Un’espulsione che, il Mancio, ha digerito malissimo visto che uscendo dal terreno di gioco si è lasciato scappare un dito medio rivolto alla tifoseria rossonera, rea di averlo offeso.

Ma la serataccia di Roberto Mancini non è finita qui, perché nel post derby della Madonnina, il tecnico dell’Inter ha litigato in diretta con la giornalista di Mediaset Premium Mikaela Calcagno. L’allenatore nerazzurro si è rivolto alla giornalista con parolacce e risposte piuttosto maleducate alle sue domande su quanto accaduto in campo. Un comportamento decisamente sconveniente, quindi, che non è passato inosservato. L’Unione stampa sportiva italiana (USSI) “ritiene inaccettabile il comportamento tenuto da Roberto Mancini nei confronti della collega di Mediaset Mikaela Calcagno” al termine del derby Milan-Inter. “Un’esibizione di grande maleducazione e arroganza che non può certo essere giustificata dal risultato della partita”: questo è quanto si legge nel comunicato diffuso dall’Ussi, in cui si chiede un incontro con l’Aia.

Loading...

L’Unione stampa sportiva italiana rincara poi la dose:  “Poiché non è il primo episodio del genere e già altri allenatori, famosi e ben retribuiti come Mancini, hanno tenuto analoghi comportamenti nei confronti di giornalisti, colpevoli solo di aver rivolto domande, l’Ussi chiede un incontro urgente al presidente dell’Associazione italiana allenatori, Renzo Ulivieri, per affrontare il problema e riportare il dialogo tra le parti su un piano di reciproco rispetto e civiltà”, conclude la nota.

[youtube y-c87kKL6aE nolink]