81 lavoratori a rischio licenziamento a Salsomaggiore Terme

terme di salsomaggiore

Le terme di Salsomaggiore situate nella provincia di Parma, luogo di relax, turismo e benessere, sono da parecchio tempo che attraversano un periodo di crisi.

La Segreteria Provinciale del PRC ha dato l’allarme proprio in questi giorni, 81 lavoratori rischiano il licenziamento e ciò comporta disoccupazione, perdita di turismo, di clienti e di aziende.

Loading...

Non si tratta della prima azienda a fallire, perché ben altre nella Regione Emilia-Romagna hanno fallito e chiuso lasciando a casa numerosi lavoratori senza un salario.

Di chi è la colpa di questi licenziamenti? E perché le rinomate terme sono andate in crisi? Forse è colpa della gestione ma sta di fatto che comporta un grave danno ai lavoratori.

Il Partito della Rifondazione Comunista sta combattendo in favore dei lavoratori e sta ribadendo la totale contrarietà ai licenziamenti;  si sta attivando ultimamente a chiedere all’amministrazione del Comune di Salsomaggiore, in qualità di soggetto di maggioranza delle Terme, di intervenire sui licenziamenti degli 81 lavoratori e di avviare subito un piano di rilancio delle Terme.

I sostenitori e i militanti del partito affermano: “Riteniamo pertanto urgente un incontro con il sindaco di Salsomaggiore per discutere della situazione del complesso termale al fine di individuare un esito positivo per i lavoratori delle suddette e per la città stessa di Salsomaggiore”.

 

 

 

Qual è sarà il destino degli 81 lavoratori? Voi cosa ne pensate cari lettori? Ce la faranno le terme a risollevarsi? O cadranno definitivamente assieme ai lavoratori?

Potrebbero interessarti anche