Abbronzatura e vaccino anti-Covid: posso prendere il sole dopo aver fatto il vaccino?

E' possibile prendere il sole dopo aver fatto il vaccino anti-Covid? Questa una delle domande più frequenti di questi giorni a cui gli esperti dell'Idi hanno risposto

Tempo di vacanze ma soprattutto tanta voglia di sole e mare aspetti della bella stagione che inducono a tenere alcuni comportamenti consoni per tutelare la propria pelle dall’eccessiva esposizione ai raggi del sole. E se solitamente a preoccupare è la scelta della giusta crema e dopo sole quest’anno ad allarmare sono anche le possibili reazioni da vaccino anti- Covid.

Molti gli utenti che ricorreranno alla seconda dose di vaccino e altrettanti quelli, soprattutto giovani, che faranno la prima il che comporta un certo allarmismo e cautela soprattutto in quei casi in cui il vaccino potrebbe causare alcune avversità. Non a caso la domanda più frequente in questi giorni è proprio indirizzata al connubio abbronzatura e vaccino.

- Advertisement -

“Posso prendere il sole dopo aver fatto il vaccino oppure è meglio evitare?”

A tale quesito ha cercato di rispondere l’Istituto dermopatico dell’Immacolata – IDI di Roma in collaborazione con l’Idi-Farmaceutici che ha redatto un protocollo generico su cosa fare in caso di reazioni al vaccini e quali atteggiamenti assumere in questi casi.

Chi presenta delle conseguenza normali al vaccino come lieve gonfiore al braccio, o qualche linea di febbre, spossamento e sintomi correlati deve attendere qualche settimana prima di prendere il sole. A riferirlo e Luca Fania, dermatologo dell’IDI e coordinatore dell’Ambulatorio dei tumori cutanei non melanocitari che in una recente intervista ha cercato di fare il punto sulla questione che considera d’interesse generale.

- Advertisement -

L’importanza della fotoprotezione sistemica

Gli addetti ai lavori dell’Idi e gli esperti di dermatologia hanno anche condiviso tutte le informazioni necessarie per proteggere la pelle dai raggi solari, consigli destinati ad attivare la così detta protezione a schermo totale diretta a prevenire alcune delle più gravi patologie legate alla pelle. Il consiglio principale è quello di utilizzare un crema protettiva a fattore 30 o più.

Di tendenza anche l’attivazione della fotoprotezione sistemica che avviene tramite l’assunzione d’integratori a base di vitamine, minerali, e specifici antiossidanti. In caso d’immediate reazioni cutanee al vaccino e consigliabile evitare il sole, ad ogni modo e nel caso l’esposizione non si possa evitare è preferibile coprire la zona del vaccino evitando in tal modo ulteriori sollecitazioni.