Alessandro Gassmann lancia #romasonoio per ripulire la città

ima

Il degrado di Roma? Si può risolvere. Come? La soluzione arriva dall’attore Alessandro Gassmann che su Twitter promuove l’iniziativa #romasonoio: “Armiamoci di scopa, raccoglitore e busta per la mondezza e ripuliamo ognuno il proprio angoletto della città”.

Insomma per riportare Roma al suo antico splendore, basterebbe ritrovare un po’ di senso civico ed amore per la propria città.

Loading...

Contro il degrado della città (fotografato recentemente anche dal New York Times) l’attore invita i suoi concittadini a smettere di lamentarsi e di darsi, nel loro piccolo da fare, come fanno da qualche anno i volontari di Re-Take.

L’attore, nato nella Capitale 50 anni fa, spiega “Daremmo un esempio di civiltà a chi ci governa ed a chi ci insulta, ne saremmo fieri ed obbligheremmo l’amministrazione a reagire. Roma è nostra, io da settembre, appena in città, proporrò al mio condominio di dividerci i compiti, e scendo in strada, voglio vederla pulita. Diffondete questa iniziativa, fatelo anche voi, basta lamentarsi, basta insulti, FACCIAMO!”.

La proposta #romasonoio è diventata immediatamente virale e ha acceso un vivace dibattito: basta davvero un po’ più d’impegno sociale per fare la differenza? O è il mondo politico che ha bisogno di una bella ripulita?

Il sindaco Marino, entusiasta, ha scritto su Facebook: “Ringrazio chi ogni giorno si impegna per prendersi cura della città, come RetakeRoma, e apprezzo molto l’iniziativa lanciata da Alessandro Gassmann. È importante il contributo di tutti, cittadini e istituzioni: insieme dobbiamo amare Roma e rispettarla a partire dai piccoli, grandi, gesti quotidiani”.

L’idea piace anche a molti romani, ma non a tutti, come al comico Enzo Salvi che ribatte: “Caro Alessandro ma con quello che ci fanno pagare dovrebbero venirci a passare la cera davanti al portone. A Roma la vera immondizia sta dentro ai Palazzi”.

Critico anche l’attore Gigi Proietti: “Sono molto addolorato e non mi va di scherzare, contrariamente a quanto faccio di solito, ma a Roma non c’è solo la pulizia delle strade che non funziona. Non c’è un solo settore che funzioni bene: dai trasporti alla pulizia delle strade. E’ un momento molto doloroso e è il risultato di qualcosa che si è succeduto negli anni. Forse noi romani avremmo dovuto presagirlo, ma la verità è che Roma non è molto amata, né dai romani né dai turisti. E invece è una straordinaria capitale e meriterebbe di essere amata di più”.