Andrea Purgatori: il tribunale dispone perizia per accertare cause morte

Per la morte del giornalista Andrea Purgatori sono accusati di omicidio colposo 4 medici. Il Gip ha disposto la perizia

Nell’ambito dell’incidente probatorio inerente la morte di Andrea Purgatori, avvenuta nel luglio dello scorso anno, il Tribunale di Roma ha stabilito la necessità di una perizia attestante la causa del decesso del giornalista.

Infatti, per la morte di Andrea Purgatori sono tutt’ora indagati con l’accusa di omicidio colposo quattro medici.

- Advertisement -

I periti avranno novanta giorni di tempo a disposizione per elaborare la perizia disposta dal Pubblico Ministero Giorgio Orano.

Agli atti risulta che Purgatori è deceduto a causa di un tumore polmonare, ormai in metastasi, che gli avrebbe provocato una endocardite infettiva sfociata poi in embolizzazione che lo ha portato alla morte.

- Advertisement -

Il cardiologo è finito al banco degli imputati in quanto ritenuto colpevole di non aver effettuato la corretta diagnosi delle condizioni del paziente, nonché accusato di tardiva diagnosi. Infatti, l’accusa sostiene che l’identificazione tempestiva del problema avrebbe consentito di procedere adeguatamente nel trattamento medico a favore di Purgatori nel luglio 2023.

Emerge anche che i tecnici nominati dal PM Giorgio Orano hanno indicato nel loro rapporto testualmente “gravi criticità nella refertazione della risonanza magnetica”.

- Advertisement -

Gli imputati per la morte di Purgatori sono: la Dottoressa Maria Chiara Colaiacomo, il radiologo Gianfranco Gualdi, l’assistente di quest’ultimo, Claudio Di Biasi, e il cardiologo Guido Laudani che aveva in cura il giornalista.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.