Andrea Ripa di Meana alla sorella Lucrezia: “Non vendere i gioielli di nostra madre”

Andrea prega la sorella Lucrezia Lante della Rovere di non vendere i gioielli, ma lei non vuole sentire ragioni. I gioielli verranno venduti.

Che i gioielli della madre Marina Ripa di Meana vengano venduti, il figlio Andrea proprio non lo accetta, e ospite al salotto di Barbara d’Urso grida la sua rabbia.

La sorella Lucrezia, infatti, avrebbe messo all’asta i gioielli della loro madre, cosa che Andrea non ha gradito affatto.

- Advertisement -

Le sono stati regalati da amici, amanti, da Franco Angeli, dal marito Carlo, anche dal sottoscritto. Marina desiderava ardentemente rimanessero alla figlia e alle nipoti, come l’anello di fidanzamento della madre Vittorina. Un solitario, era stata rifatta la montatura da Bulgari, rimodernato con cristallo di rocca e altri brillanti. Lucrezia aveva ricevuto per i suoi 50 anni”.

I ricordi di una vita non si vendono al miglior offerente”, “Lucrezia, ti prego, ripensaci non venderli. Fai felice tua mamma”, c’è scritto su alcuni cartelli che Andrea espone durante le sue proteste. “Parlo per bocca di Marina che non c’è più, mi diceva sempre che voleva lasciarli alla figlia e alle nipoti”, recitano ancora i cartelli.

- Advertisement -

Andrea viene però fermato da Barbara quando mostra un cartello in cui ha scritto: “Lucrezia sei sempre la solita, vuoi farla piangere anche da morta”. La conduttrice lo blocca, e perentoriamente dice: “Questo non mi piace”.

Ma la sorella Lucrezia resta ferma sulle sue posizioni: i gioielli verranno venduti.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.