Ardea alla porte di Roma: prende fuoco una discarica abusiva

Oggi all'alba è scoppiato un incendio presso una discarica abusiva di Ardea. L'ordine ora è tenere le porte e le finestre di casa ben chiuse ed evitare di uscire se non indispensabile

Intorno alla 5:00 di stamattina sono state avvistate le fiamme unite a un denso fumo nero provenienti da una discarica abusiva che si trova nel comune di Ardea, vicino alla Capitale, in via Montagnano.

I residenti della zona hanno chiamato i vigili del fuoco e i Carabinieri che sono accorsi immediatamente sul luogo dell’incendio insieme al personale dell’Arpa. I vigili del fuoco si sono attivati subito per domare le fiamme, però si è trattato di un intervento lungo e complicato per arrivare a dissipare del tutto il rogo.

- Advertisement -

A causa della grande quantità di sostanze tossiche sprigionate nell’aria dovute alla combustione (ricordiamo che si trattava di una discarica non autorizzata, come confermato dalle forze dell’ordine) è stato proclamato l’avviso di allerta alla cittadinanza. L’invito rivolto ai residenti è di rimanere a casa, nei limiti del possibile, mantenendo porte e finestre chiuse.

Il consiglio è anche di evitare per il momento di effettuare attività fisica all’aria aperta, incluso i giochi dei bambini durante la ricreazione scolastica e l’accesso a parchi e spazi verde in generale.

- Advertisement -

Ora le forze dell’ordine indagheranno per stabilire cosa abbia innescato l’incendio e, di conseguenza, se siamo difronte a un evento di natura dolosa o accidentale.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.