Artigiani Animati

GRUPPO ALCUNI HA REALIZZATO 3 BREVI VIDEO IN ANIMAZIONE PER “ARTIGIANI ANIMATI”, RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE SCUOLE MEDIE, PER AVVICINARLI AL MONDO DELL’ARTIGIANATO.

Da sempre Gruppo Alcuni mette la propria multiforme competenza produttiva, e la sensibilità nei confronti dei più giovani, al servizio di progetti non solo di entertainment ma che abbiano un substrato educativo.

Uno di questi è “ARTIGIANI ANIMATI”, progetto promosso da Confartigianato Imprese Marca Trevigiana e sostenuto da Camera di Commercio di Treviso-Belluno ed Ebav, che ha coinvolto Gruppo Alcuni nella concretizzazione di un duplice obiettivo:

- Advertisement -
  • da un lato, far comprendere ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado, alle prese con la scelta della scuola di secondo grado, le imprese e i mestieri artigiani in modo divertente e personale;
  • dall’altro, rendere i ragazzi protagonisti attivi, facendo loro sperimentare tecniche e modalità moderne e accattivanti per raccontare quello che hanno appreso, realizzando un prodotto audiovisivo con il supporto di professionisti del settore che potessero fornire mezzi e competenze di primo livello, permettendo ai giovani di dare espressione delle proprie qualità e sensibilità artistiche e narrative.

Spesso le famiglie

hanno a disposizione pochi elementi e strumenti limitati per orientarsi e valutare con consapevolezza quale percorso intraprendere; con questo progetto si è voluto favorire l’incontro tra studenti e imprenditori artigiani, con l’intento di focalizzare l’attenzione sul lavoro nell’artigianato, quale valida ed interessante opportunità di realizzazione personale, formativa e lavorativa per i ragazzi.

Per far questo Gruppo Alcuni ha realizzato 10 video girati in altrettante imprese della provincia, attive in settori nei quali il ruolo della piccola e microimpresa è centrale – dall’alimentazione all’automazione, dalla moda alla grafica e stampa, dall’autoriparazione all’acconciatura – per consentire agli studenti di farsi un’idea della tipologia di attività svolta grazie a brevi interviste con i titolari e con i giovani apprendisti (i video sono raggiungibili a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=micHlIb5JOg).

- Advertisement -

I titolari delle aziende hanno messo in luce le caratteristiche del lavoro artigiano: spirito di squadra, creatività, personalizzazione del prodotto e del servizio, nel rispetto delle norme sulla sicurezza e sulla salute nei luoghi di lavoro.

A partire dalla visione in classe dei video girati da Gruppo Alcuni,

gli studenti sono stati invitati a concepire una breve storia per raccontare la loro esperienza del mondo artigiano, valorizzando le qualità che connotano questa realtà: in primis la passione, l’inventiva, la singolarità, ma anche la prevenzione e gestione dei rischi nei luoghi di lavoro.

- Advertisement -

“Come Gruppo Alcuni è stato molto interessante lavorare a tutte le fasi del progetto Artigiani Animati” racconta il produttore esecutivo Francesco MANFIO, “da quella preparatoria dove abbiamo intervistato gli artigiani che hanno raccontato ai ragazzi, e a noi, il fascino dei loro mestieri, fino a quella produttiva che ha portato alla realizzazione di tre interessantissimi cartoon ideati dei ragazzi.

Ci ha colpito molto come le ragazze e i ragazzi coinvolti abbiano compreso perfettamente il messaggio che gli è arrivato dal mondo dell’artigianato e l’abbiano rielaborato con intelligenza e simpatia.

Utilizzando un tocco di follia ne Il barbiere originale, giocando sulle corde dell’ironia con Il gusto di imparare a fare il formaggio e con la consapevolezza del ruolo determinante degli artigiani nella crescita del nostro territorio in La tradizione si rinnova”.

  1. IL BARBIERE ORIGINALE

Istituto Comprensivo Giorgione di CASTELFRANCO VENETO |Da un’idea di Andrea Rebellato della classe IIID | Sotto la supervisione di Gianluca Pistis, docente di Arte e immagine | Dirigente scolastico Donata Sartor

Carlo è un barbiere che ama il suo lavoro

e lo fa ogni giorno con impegno e passione. Sta molto attento alla maggior parte dei dettagli ed è sempre alla ricerca di un nuovo taglio di capelli. Purtroppo, un giorno un topolino rosicchia una delle sue prese elettriche, causando un cortocircuito. Inevitabilmente il salone prende fuoco e tutti sono costretti a scappare fuori. I pompieri arrivano subito a spegnere l’incendio, salvando locale e clienti. Carlo cambia l’impianto elettrico e rinnova il suo salone, che si riempie di clienti. Inventa addirittura una nuova, divertente pettinatura: il cactus nella corrente!

La storia di Andrea trae spunto da quella del suo parrucchiere, Davide, che da poco si è trasferito con l’attività in un altro paese. La presenza dei Vigili del fuoco è giustificata dalla sua aspirazione a diventare un domatore di incendi.

  • IL GUSTO DI IMPARARE A FARE IL FORMAGGIO

Scuola secondaria I Grado Roncalli di CORNUDA | Da un’idea della classe IIB | Sotto la supervisione di Silvia Comazzetto, docente di Arte e immagine | Dirigente scolastico Michele Tibaldo 

L’astronave del gatto alieno Astrix va fuori controllo

a causa di una perdita di gas. La sua navicella si schianta sulla Terra dietro un caseificio, spaventando tutti i dipendenti. Il gatto incontra il mastro casaro e gli chiede di poter essere ospitato fino a che la sua astronave non fosse stata riparata. Il mastro casaro gli concede accoglienza in cambio del suo impegno e della sua collaborazione a dare continuità all’impresa. Dopo aver imparato il mestiere Astrix torna nel suo pianeta dove apre un caseificio per far conoscere anche ai suoi abitanti il gusto di fare il formaggio!

Nel corso delle sessioni di lavoro la classe ideatrice ha dimostrato una spiccata curiosità verso il mezzo espressivo, la stesura del soggetto e la realizzazione dello storyboard. Il lavoro fa sintesi delle esperienze personali dei giovanissimi che in famiglia hanno figure che gestiscono un’impresa o che collaborano all’interno di una realtà artigiana.

  • LA TRADIZIONE SI RINNOVA

Scuola secondaria I Grado Roncalli di CORNUDA |Da un’idea della classe IIB | Sotto la supervisione di Silvia Comazzetto, docente di Arte e immagine | Dirigente scolastico Michele Tibaldo 

Giuseppe crea una piccola azienda tra le prime a produrre scarpe.

Alfredo, il figlio, lo aiuta utilizzando una nuova pelle, e così la tradizione si tramanda. Carlo, il figlio di Alfredo, continua il lavoro del padre ingrandendo l’impresa e allestendo una nuova struttura con l’inserimento di nuovi macchinari per velocizzare il lavoro.

Carlo va in onda con uno spot in TV e aumenta le vendite grazie al marketing. Lorenzo, figlio di Carlo, inventa una linea di scarpe antinfortunistiche per la sicurezza degli operai. Infine, Margherita, erede dell’attività, è la prima donna a gestirla: con la sua creatività e un’attenta strategia di vendita online, aumenta i profitti e rinnova la tradizione!    

Una saga familiare in cui ognuno ha consolidato e sviluppato l’impresa sino all’ultima generazione, che ha portato una giovane donna alla guida della stessa. La classe ha mantenuto un legame con il territorio valorizzando il distretto della calzatura sportiva

I cartoni sono disponibili sul canale YouTube di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana