Astolfo: scopri il nuovo film di Gianni di Gregorio con Stefania Sandrelli

Astolfo verrà presentato alla Festa del Cinema di Roma nella sezione Grand Public e arriverà dal 20 ottobre nelle sale.

È comprensivo. È generoso. È timido. È romantico. È innamorato… è AstolfoGianni di Gregorio scrive, dirige e interpreta con Stefania Sandrelli una storia delicata e divertente, che ci ricorda che l’Amore è la più potente tra le forze che governano il mondo. A tutte le età.

- Advertisement -

Alla Festa del Cinema, e dal 20 ottobre nelle sale

Astolfo verrà presentato alla Festa del Cinema di Roma nella sezione Grand Public e arriverà dal 20 ottobre nelle sale

Il film racconta la storia di Astolfo, un pensionato che dalla vita non si aspetta più niente. Quando viene sfrattato dal suo appartamento di Roma, ripara nella vecchia casa di famiglia, un rudere in un paesino del centro Italia che era stato, un tempo, un palazzo nobiliare. Si adegua alla vita in provincia, si arrangia, vivacchia, si azzuffa con il sindaco, ritrova un vecchio amico, prende in casa un paio di scapestrati come lui.

- Advertisement -

Poi incontra Stefania, una donna della sua età, e si innamora. Sarà l’inizio di una nuova vita, più travagliata ma anche più bella, più vera, l’unica che valga la pena di essere vissuta.

Chi è Gianni Di Gregorio

Gianni Di Gregorio nasce a Roma a Trastevere, dove tuttora vive e lavora.

- Advertisement -

Si appassiona al cinema fin da bambino, trascorrendo la mattina a scuola, il pomeriggio nelle salette cinematografiche rionali, vedendo anche tre film al giorno. Dopo tre anni di teatro, come aiuto regista ed attore, inizia a lavorare nel cinema come assistente alla regia.

Si orienta poi verso la sceneggiatura; nel 2007 scrive, con Braucci, Chiti, Gaudioso, Saviano e Garrone, la sceneggiatura di Gomorra di Matteo Garrone. Nel 2008 esordisce alla regia con Pranzo di Ferragosto, grande successo di pubblico e di critica (Leone del futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis” e David di Donatello miglior regista esordiente).

Seguiranno Gianni e le Donne del 2011 e Buoni a Nulla del 2014. Nel 2019 Lontano Lontano viene presentato al 37 TFF Torino Film Festival e nel 2020 vince il David di Donatello per la miglior sceneggiatura non originale.