ATP di Toronto: Tsonga batte Federer e vince il torneo.

1292544-27843744-2560-1440

Tsonga spazza via Federer e vince il torneo canadese.

La settimana perfetta di Tsonga culmina con la vittoria in finale su Roger Federer.

Il francese, numero 15 del mondo, completa il filotto di vittorie contro i migliori del circuito, battendo nel giro di 4 giorni, 4 top ten: Djokovic(numero 1), Murray(numero 9), Dimitrov(numero 7) e Federer(numero 3).

Loading...

Jo-Wilfried Tsonga è uno dei migliori giocatori del circuito, come pochi se ne sono visti negli ultimi anni. E’ un mix pazzesco di potenza fisica e talento, dotato di un servizio molto potente ed efficace, di un diritto devastante su cui fa molto affidamento e un rovescio di buonissimo livello ma che gli crea spesso non poco grattacapi. Un giocatore, Tsonga, capace di battere chiunque quando il suo gioco è perfetto e lo ha dimostrato in questa settimana.

Roger Federer, d’altro canto, è stato a dir poco deludente. Nel brillantissimo 2014 dello svizzero c’è una piccola macchia che sta diventando sempre più grossa. Roger domina fino alla finale ma poi si scioglie al momento decisivo: sconfitto ad Adelaide, Montecarlo, Wimbledon e, ieri, a Toronto. Non è un fattore fisico che crea problemi a un Federer comunque entusiasmante bensì un fatto mentale. Roger manca di cinismo e di freddezza mentale e, forse, di un filo di presunzione. Poco più di dieci anni fa, al torneo di Roma, poco prima di essere sconfitto in finale da Mantilla, disse che il talento è una trappola, un grosso ostacolo nella gestione dei momenti cruciali. Federer aveva ragione. Spesso dà per scontata la vittoria. Forse questo è successo anche ieri.

CRONACA DELLA PARTITA. Il match non è brillantissimo, come del resto non lo sono i due finalisti. Tsogna è più lucido e concentrato, Federer non riesce a rispondere ai prepotenti servizi del francese che comunque non fa della regolarità il suo punto forte. Lo score è ingannevole. Ci racconta di un equilibrio che in realtà non si è visto con Federer che fatica a fare tutto e Tsonga che passeggia nei turni di servizio e mette in difficoltà l’avversario. Jo chiude il primo set per 7-5. Il secondo set segue la falsa riga del primo con l’elvetico che non riesce mai a mettere in crisi l’avversario. 7-6 il risultato finale del match.

Tsonga vince il suo secondo Master 1000 in carriera e diventa il primo giocatore francese della storia del torneo canadese.

Ora Cincinnati, in attesa degli US Open.