Avellino, nasconde il cadavere del padre in casa per la pensione

Il corpo dell'anziano lasciato sul letto per un mese in stato di decomposizione

Avellino, ha nascosto per oltre un mese il cadavere del padre in casa per incassare i soldi della pensione. Quando i carabinieri a Grottaminarda, in provincia di Avellino, hanno fatto irruzione nella casa del pensionato di 77 anni, hanno trovato l’anziano disteso sul letto in stato di decomposizione ed il figlio 47 anni che lo vegliava.

Una scena orribile per i carabinieri che sono stati allertati dai vicini a causa del cattivo odore che da giorni si avvertiva nelle palazzine popolari di via Papa Giovanni XXIII.

All’interno della stanza sono stati trovati medicinali che venivano somministrati al pensionato quando era ancora in vita, sarà l’autopsia a verificare i motivi della morte e se sia sopraggiunta per cause naturali come sostiene il figlio.

Loading...

La Procura della Repubblica di Avellino ha aperto un’inchiesta.

L’uomo usava detergenti, e profumi per evitare il propagarsi del cattivo odore

Per tenere nascosta la morte del padre ed intascare la pensione, l’uomo aveva sigillato l’abitazione all’interno e spargeva candeggina e deodoranti per bloccare il cattivo odore. Ma non è stato utile, poichè i vicini allertati dal terribile odore hanno chiamato i carabinieri. Il corpo dell’anziano è stato trasferito nell’obitorio dell’ospedale di Benevento a disposizione dell’ autorità giudiziaria, da prime ipotesi sembra che sia morto per cause naturali.