Bambina morta su TikTok: chiesto il blocco del social

Chiesto il blocco del social per i bambini dei quali non sia accertata l'età anagrafica

Il Garante per la protezione dei dati personali chiede il blocco immediato della celeberrima app di condivisione, per tutti quegli utenti dei quali non sia accertata l’età anagrafica.

Così “ha disposto nei confronti di Tik Tok il blocco immediato dell’uso dei dati degli utenti per i quali non sia stata accertata con sicurezza l’età anagrafica”. Questo viene annunciato in una nota dell’Autorità, che “ha deciso di intervenire in via d’urgenza a seguito della terribile vicenda della bambina di 10 anni di Palermo“.

- Advertisement -

Effettivamente, non è infrequente vedere su Tik Tok video di bambini di 10 anni o addirittura anche meno: una età certamente non adatta all’utilizzo dei social, che spesso sono pieni di insidie e di malintenzionati.

Per queste ragioni, il Garante ha chiesto di bloccare Tik Tok e imperdirne l’accesso ai minori dei quali non sia verificata l’età anagrafica.

- Advertisement -

La ragazzina è stata trovata dai genitori con la cintura dell’accappatoio attorno al collo, attaccata al termosifone. Il suo cellulare si trova attualmente sotto sequestro per riscostruire gli ultimi attimi di vita della piccola e cosa abbia potuto spingerla a compiere tale gesto.

In questi giorni dilaga su Tik Tok una malsana sfida denominata: “Black-out challenge”. L’obiettivo è resistere quanto più tempo possibile con una cintura stretta attorno al collo.

- Advertisement -

Intanto, sulla salma della bambina è stata disposta l’autopsia, al termine della quale verrà effettuato l’espianto degli organi, dopo che i genitori hanno optato per la donazione.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.