Because we’re happy

happy

Dopo “Waka,waka”, “hips don’t lie” e ancora più indietro “thriller”, le radio italiane e non trasmettono un nuovo tormentone, una canzone “happy”. Non è difficile produrre un tormentone, gli ingredienti sono un singolo orecchiabile e uno stile musicale che sia “alla moda”.

E’ ben più difficile però, far conoscere il video ufficiale di una canzone, una delle parti integranti del successo musicale, che però,spesso viene dimenticata, posta in secondo piano. Non è questo il caso di Pharrell Williams autore dell’ultimissimo successo “Happy”. Il singolo in questione non solo è dotato di un’incredibile orecchiabilità ma, l’impatto visivo del video ufficiale riesce a rendere “felice” chiunque lo conosca.

Loading...

Una semplice canzone straniera è riuscita in poco tempo a spopolare nel web provocando una vera e propria “happy mania”. Paesi, città, quartieri, università hanno reso omaggio al celebre singolo imitandone il video ufficiale. Dai primi secondi della produzione se ne comprende l’origine si parte con la didascalia “happy from..” e si da inizio alla visione straordinaria di persone diverse, sconosciute tra di loro che si uniscono, saltano, ballano sulle note euforiche di una canzone “happy”.

ea0d4f6473e711e3918f0ec9e00041e8_8

Le stesse pro-loco dei paesini più piccoli non hanno tardato ad approfittare di questa occasione pubblicitaria per mostrare il meglio del paese e dei suoi abitanti. L’evento mostra una certa straordinarietà perché si ha un coinvolgimento generale dei cittadini di ogni età, senza alcun tipo di discriminazione sociale e/o culturale. Il video riprende un mosaico di generazioni e il sano divertimento degli anziani è accompagnato alla spontaneità dei bambini. Anche i giovani, però, hanno mostrato la loro gioia e gli studenti universitari ballando a ritmo di musica, fanno capire che oltre allo studio c’è di più. Un’occasione pubblicitaria per mostrare le parti più belle del campus e trasmettere contemporaneamente buon umore. Ancora una volta la musica ha unito l’intera umanità al di sopra di tutto, senza alcuna distinzione, ha fatto esplodere nell’animo di tutti una grande “happiness”.