Biglietti hot a una commessa: stalker arrestato dai carabinieri

L'uomo è stato denunciato per atti persecutori

Erano due mesi che la vittima trovava all’apertura e dopo la pausa pranzo dei biglietti hot con contenuti volgari, scritti a mano e attaccati con lo scotch alla porta del negozio in cui lavorava.

I carabinieri della stazione di Milano Porta Monforte hanno denunciato a piede libero per atti persecutori lo stalker, un 56enne residente a Milano con precedenti penali. L’uomo è stato rintracciato e ritenuto responsabile della condotta persecutoria nei confronti di una 58enne milanese che lavora in un negozio del capoluogo lombardo. Il presunto stalker avrebbe lasciato biglietti manoscritti dal contenuto erotico, sulla porta d’ingresso dell’esercizio commerciale.

- Advertisement -

I biglietti riportavano apprezzamenti volgari nei confronti della donna e facevano riferimento anche ai capi d’abbigliamento che indossa. La vittima si è sentita perseguitata e molestata e a fine Giugno ha presentato una querela presso il Comando stazione Carabinieri.

Subito dopo la querela, i militari dell’arma hanno dato il via a un’attenta e scrupolosa attività investigativa che, grazie all’utilizzo di filmati di alcune telecamere della zona e grazie anche a un’intuizione della vittima, ha portato i carabinieri a riuscire a risalire allo stalker 56enne che è stato denunciato in libertà per atti persecutori.