Blitz della Guardia di Finanza: 17 arresti tra Crotone e Verona

Smantellata banda per frode e riciclaggio

La Guardia di Finanza ha arrestato diciassette persone tra Crotone e Verona eseguendo un sequestro preventivo di beni per un valore di 12 milioni di euro, con 118 mezzi sequestrati e 3 società sottoposte ad amministrazione giudiziaria.  L’operazione denominata “Ciclope” ha smantellato una associazione dedita alle frodi fiscali e al riciclaggio.

Il nucleo operativo ha quantificato in 5.599.591,48 euro la somma sottratta al fisco fra Ires, Iva ed Irap. Nel blitz sono intervenuti i finanzieri del nucleo di Crotone e della Compagnia di Soave nel veronese, nei comuni di Cutro, Isola di Capo Rizzuto, Rocca di Neto, Belfiore e Cologna Veneta in provincia di Verona.

Cinque le persone portate in carcere e dodici ai domiciliari. Le indagini sono iniziate nel marzo del 2015 dopo alcune segnalazioni  di operazioni sospette inviate dai colleghi veneti alla Guardia di finanza di Crotone. Grazie anche ad intercettazioni telefoniche, hanno scoperto l’esistenza di una radicata associazione finalizzata a realizzare ingenti risparmi di imposta attraverso l’emissione e l’utilizzo di false fatture riciclandone, successivamente, i proventi.

Loading...

A capo della banda vi era Antonio Aversa De Fazio, di 56 anni di Melissa, da tempo trasferitosi a Verona dove ha un’attività economica nel settore del commercio di autotrasporti. L’uomo da tempo ha intrattenuto rapporti con il territorio d’origine tant’è che dell’organizzazione, avrebbe fatto parte Alfredo Minervino cutrese  (56), quale promotore e organizzatore, con compiti di reclutamento dei sodali.

 

Potrebbero interessarti anche