Bobbio (Piacenza): un giovane si lancia dal tetto ma viene salvato da un carabiniere

Il Maresciallo dei Carabinieri Gabriele Renna è stato protagonista di un salvataggio "al volo"

E’ di oggi la notizia di un lieto fine a Bobbio, in provincia di Piacenza. Sabato pomeriggio un ragazzo di 20 anni si è lanciato nel vuoto da un tetto dall’altezza di circa 6 metri.

Un familiare aveva avvisato le forze dell’ordine specificando che sui social il giovane aveva pubblicato un messaggio in cui dichiara la sua intenzione di togliersi la vita.

- Advertisement -

Giunti al domicilio del ragazzo, una casa di campagna dove vive con il padre, gli agenti devono constatare che effettivamente ha intenzione di buttarsi. Inutili i tentativi di convincerlo a rientrare in casa.

Il giovane si lancia nel vuoto dal tetto di casa ma il pronto intervento del Maresciallo dei Carabinieri Gabriele Renna (che conosce personalmente il ragazzo) a salvargli la vita. Il militare non esita un attimo e si lancia a terra di schiena facendogli da scudo con il suo corpo.

- Advertisement -

Il ragazzo, grazie a questo provvidenziale ‘intervento a cuscinetto’, non ha riportato ferite gravi, ma è stato comunque trasportato prontamente in elicottero all’Ospedale Maggiore di Parma dove sarà medicato per i diversi traumi riportati dalla caduta.

Il 20enne è risultato avere problemi psichici, depressione e, al momento dei fatti, era alterato da assunzione di alcol.

- Advertisement -

Il Maresciallo Renna ha dichiarato di essere felice dell’epilogo ma di non avere fatto nulla di speciale, semplicemente, il suo dovere. Di diverso parere, naturalmente, la famiglia del 20enne e la cittadinanza che lo considerano un eroe.