Boom Balotelli e Icardi: ragazzacci goleador

taglioAlta_001583-640x337

BALOTELLI – Genio e pazzia. Mario Balotelli riesce sempre a far parlare di se’ nel bene e nel male. Se la settimana scorsa l’attaccante delle Nazionale italiana era
rimasto al centro delle attenzioni dopo il suo pianto nella gara contro il Napoli dove è stato sostituito in seguito a una brutta prestazione, venerdì Mario è stato
autore di un goal da copertina, una rete che vale tre punti per il suo Milan. Siamo all’86′ minuto sullo 0 a 0 e Supermario riceve palla e da 35 metri scaglia un
siluro che disegna una parabola imparabile per il portiere e che sancisce il definitivo 1 a 0. Mister Seedorf tira un sospiro di sollievo. L’allenatore del Bologna
Ballardini invece è stupefatto dopo l’incredibile prodezza del Badboy. Un merito bisogna comunque darlo al Bologna per l’ottima interpretazione e prestazione della
gara. Tatticamente quasi perfetti e classica strategia all’italiana: catenaccio con raddoppi su Balotelli e Kaka’ e gioco di ripartenza. L’impresa stava riuscendo ai
rossoblù con l’attacco milanista bloccato per tutta la partita e i difensori del Bologna che hanno permesso solo tiri da fuori. La partita sembrava diretta verso un
pareggio a reti ma l’errore fatale per gli uomini di Ballardini è stato lasciare troppo libero nel finale Balotelli che ha creato qualcosa di impensabile. Questo
ragazzo è un fuoriclasse, a volte è “scocciato” in campo e rimane in ombra per tutta la partita, ma quando meno te lo aspetti si accende e inventa. Davvero un
ragazzaccio non facile da gestire per l’allenatore del Milan Clarence Seedorf con cui sembra aver costruito un ottimo rapporto.

 

ICARDIUomo da Verissimo? Anche qui siamo di fronte a un caso al centro delle polemiche da settimane. Si tratta proprio di Mauro Icardi, famoso più per i gossip con
Wanda Nara che per le imprese calcistiche. L’attaccante dell’Inter, rimasto fuori dal 6 novembre a causa di un’ernia inguinale, sabato sera è tornato in campo nella
partita clou contro la Fiorentina. Al 55′ minuto sull’1 a 1 Walter Mazzarri sostituisce uno spento Milito, ormai lontano dai tempi del triplete, con l’argentino classe ’93.
L’attaccante entra in campo con il “coltello tra i denti” e subito semina panico nel reparto difentivo fiorentino. L’Inter in questo secondo tempo aspetta i viola per colpire in profondità e velocità. In effetti ciò avviene e da una ripartenza Nagatomo crossa al centro e trova preparato un ottimo Icardi che tira e manda in rete per il definitivo 2 a 1. Che tutte le vicende extracalcistiche e le passioni amorose possano essere trascurate per mettere in evidenza l’Icardi calciatore? Difficile da dirsi,  sarà importante sicuramente il ruolo dell’allenatore nerazzurro che dovrà anche qui gestire un giovane con la testa calda ma promettente.

Balotelli e Icardi saranno pronti per il salto di qualità?

Potrebbero interessarti anche