Brescia: 3.300 euro per aver fatto pipì lungo la strada statale

174145092-82a1b084-5dda-4319-b1be-0de041cb474a

Ci risiamo, ormai in Italia fare pipì lungo le strade extraurbane è un reato depenalizzato con sanzioni salatissime. È accaduto a Brescia, dove un uomo di 40 anni, un cittadino pakistano, è stato beccato dai carabinieri mentre faceva pipì ai margini della strada del comune di Berzo Demo, multato con una sanzione di 3.300 euro per atti contrari alla pubblica decenza.

I carabinieri della compagnia di Breno, intorno alle 6 del pomeriggio, hanno notato un uomo immobile nel tratto della Statale 42 che costeggia il centro abitato del comune della Valcamonica, intento a soddisfare le proprie esigenze fisiologiche, forse l’uomo era convinto di essere solo e lontano dagli sguardi indiscreti.

Loading...

La vicenda ricorda l’episodio di Stefano Rho, l’insegnante sospeso per non aver dichiarato al Ministero dell’Istruzione la sua condanna di 11 anni per aver fatto pipì in un cespuglio. Il giovane insegnante nei giorni scorsi è stato reintegrato, trattato peggio di un ergastolano della peggiore specie.

Il malcapitato non andrà in galera, perché il reato non prevede la reclusione in carcere, ma ricorderà a vita un’esigenza del tutto naturale.

ANTONIO AGOSTA