Bullismo a Milano, ragazzina con ritardo psichico presa a sassate da coetanei in un parco giochi

bullismo

L’episodio di bullismo è avvenuto nel quartiere del Gianbellino. La ragazzina è stata prima presa in giro da 4 – 5 coetanei, poi questi le hanno tirato dei sassi – sembra piuttosto piccoli – . La tredicenne ha riportato delle ferite alla schiena fortunatamente non gravi, hanno fatto sapere i medici dell’ospedale San Paolo che l’hanno visitata e le hanno dato quattro giorni di prognosi.

Ora la questura sta cercando di ricostruire la dinamica del fatto. La madre della vittima, che non era presente sulla scena ma è riuscita a mettere in fuga gli aggressori dopo che la figlia, in lacrime, l’ha chiamata al cellulare, non ha potuto fornire dettagli per effettuare un’identikit dei bulli e indicarne la nazionalità e sarà presto riascoltata. Si auspica di trovare testimoni dell’accaduto, in assenza di telecamere di sorveglianza. E’ previsto anche l’invio di un’informativa alla Procura per i minorenni.

Loading...

Gli abitanti del quartiere – che hanno già numerosi problemi tra occupazione delle case e vicende di spaccio – tendono a minimizzare l’accaduto e sperano che “il nome di quei cretini venga fuori”, come ha detto al quotidiano La Stampa il custode di un palazzo vicino a dove è accaduto l’episodio.

Dopo la maturità classica, mi sono laureata all'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano in Scienze dell'Educazione, con una tesi in Pedagogia Interculturale dal titolo "Donna e Islam: la questione del velo". Scrivo per diverse testate on-line come "Al-Maghrebiya", "Ebraismo e dintorni", il blog del "Legno Storto" su argomenti riguardanti il mondo arabo e islamico, soprattutto per quanto riguarda la condizione della donna, il Medio Oriente, Esteri, immigrazione e integrazione. Ho scritto due racconti: "Dopo la notte" (Il Filo, 2009) e "Soltanto una donna" (Albatros - Il Filo, 2011).
Potrebbero interessarti anche