Carta d’identità digitale, ora gratis su smartphone

Ecco perché la Carta d'Identità digitale è super sicura

Carta d'Identità digitale
Un modo pratico per accedere ai servizi PA tramite app digitale

Novità dalla Zecca di Stato con il patrocinio del Ministero dell’Interno sul documento di riconoscimento d’identità. Ora è disponibile negli Store Android e iOS, la Carta d’identità digitale, con un’app completamente gratuita e utile per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione in tutta sicurezza. Ecco cos’è, quali sono le sue caratteristiche e come funziona.

Evoluzione dei documenti di riconoscimento

Siamo arrivati a tre versioni della carta d’identità, dunque è bene fare delle distinzioni. La prima, quella cartacea che tutti conosciamo, la seconda, aggiornata in formato plastificato con integrato apposito microchip, ed infine la terza, quella digitale, che prende il nome di CIE ID. Si configura come una nuova applicazione per smartphone, a cui si può attribuire la propria identità con un pairing NFC che garantisce rigidi protocolli di sicurezza come anche la versione elettronica, che si richiede presso Circoscrizioni ed Uffici Comunali.

Anche nel campo dei documenti di riconoscimento, sono stati fatti diversi passi avanti. La classica carta d’identità cartacea nonostante sia ancora valida e utilizzata da migliaia di italiani, presenta diversi svantaggi. Oltre l’ingombro nel portafogli, c’è anche il problema del deterioramento. Inoltre, dal punto di vista della sicurezza, è possibile clonarla con una certa facilità. Per questo si è passati alla resistente carta d’identità elettronica comprensiva di foto e generalità e chip elettronico integrato, che include dati personali ed impronta digitale. Gli algoritmi di crittografia sono utilizzati su dei server decentralizzati all’interno della Banca Dati Europea.

Cos’è la Carta d’identità digitale

L’ultima novità per garantire una maggiore fruibilità e sicurezza lo Stato ha emesso anche la carta d’identità digitale, disponibile sia per utenti Android che iOS. L’applicazione è gratuita ed è caratterizzata da una grande versatilità nell’accesso ai sistemi di identificazione e servizio per la Pubblica Amministrazione. Praticamente è del tutto protetta da eventuali attacchi hacker. Naturalmente, per utilizzarla, bisogna disporre di uno smartphone con chip NFC attivo per la lettura della carta.

L’amministratore delegato Paolo Aielli ha commentato così l’iniziativa: “Tale sistema è volto a contribuire alla trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione, ogni giorno di più, affiancando il Ministero dell’interno nella produzione di un documento all’avanguardia in ambito europeo”. Mentre la Zecca di Stato ha spiegato che “in questo modo viene estesa a tutti i 15 milioni di cittadini che già possiedono una CIE la possibilità di autenticarsi in sicurezza ai servizi digitali di pubbliche amministrazioni”.