Claudia Galanti ricorda il padre morto e i primi passi d’Indila

Claudia Galanti ha raccontato ad Adriana Volpe com'era il suo rapporto con il padre morto e ha ricordato la piccola Indila scomparsa prematuramente

Photocredit Claudia Galanti Instagram

Claudia Galanti è una donna decisamente diversa da quella che ricordiamo agli inizi della sua carriera in Italia, la donna dopo aver perso una figlia, Indila, ad appena 9 mesi ha parlato della recente morte del padre. Ospite di Adriana Volpe a Ogni Mattina Claudia è apparsa molto provata, la vita non è poi stata così gentile con lei eppure oggi grazie alla sue esperienze è più consapevole e matura.

Con molta educazione e quasi sottovoce Claudia Galanti ricorda la sua bambina che non c’è più, una tragedia e una dolore che porta dentro di se e che ha dato un senso diverso alla sua esistenza: “Ha vissuto nove mesi e quindi i ricordi non sono molti. In casa la ricordiamo sempre. I suoi primi passi, cioè quando gattonava, mi sono rimasti in testa”.

Indila, la bambina avuta dall’ex marito Arnaud Mimran, è deceduta a causa di un’infezione batterica nel sangue, per Claudia Galante è stato un momento non solo tragico ma che ha rivoluzionato il suo modo d’approcciarsi alla vita. Oggi è lontana dalla mondanità, dal gossip, e anche dal mondo dello spettacolo perchè ha fatto scelte diverse più concrete.

Claudia Galanti: “Sono state per lungo tempo distante da mio padre”

Claudia Galanti ha parlato anche del rapporto che ha avuto con il padre deceduto qualche settimana fa. L’ex showgirl non ha negato d’aver avuto molti problemi con il genitore, non è stato un padre presente e affettuoso e spesso è sfuggito quelle responsabilità di cui lei si è dovuta fare carico: “

Lui non ha avuto il coraggio di gestire situazioni forti. Ho dovuto caricarmi addosso il peso della famiglia e dei miei fratelli quando io avevo 17 anni e loro 7. Allora mi sono allontana e dal Paraguay sono partita per Miami. Non andavamo più d’accordo, da lui subivo pressioni che non erano per la mia età. L’ultima volta che l’ho visto è stato anni fa, è venuto a Milano quando è mancata mia figlia”