Come gestisci il tuo trasloco?

traslochi_03La maggior parte del tempo che precede un trasloco reale, lo si impiega smistando la propria roba e procedendo all’imballaggio. Durante questa fase si può decidere cosa portare con sé nel futuro, quindi nella nuova casa, e cosa invece abbandonare scegliendo di buttare o vendendo ciò che non ci piace.

È molto importante, nel caso in cui fossimo accompagnati da amici a quattro zampe, rendere questo momento il meno stressante anche per loro, facendogli effettuare tutte le vaccinazioni di cui necessitano prima, assicurandoci che ci sia un veterinario nella zona dove andremo a vivere e infine, ma non di certo per importanza, coccolandoli.

Una delle prime cose da gestire è quella riguardante gli allacciamenti del gas, della luce, del telefono, dell’acqua: sarà necessario infatti effettuare la disdetta del contratto o in certi casi la voltura a favore di altri, e stipulare un nuovo contratto con le società di settore, per la nuova casa.

Loading...

Successivamente, bisognerà affrontare la fase imballaggi: durante lo smistamento dei propri beni ha una certa importanza la divisione tra oggetti fragili e non, poiché necessiteranno di imballaggi differenti.

Ad esempio, i classici scatoloni potranno contenere beni di uso quotidiano come biancheria, stoviglie e libri, per quanto riguarda il resto degli oggetti come bicchieri, specchi o oggeti di antiquariato, necessiteranno di pluriball, gommapiuma, polistirolo o giornali, materiali in cui saranno avvolti.

Infine bisognerà pensare al  reale trasloco: si potrebbe pensare di noleggiare un furgone e fare tutto da sé, oppure scegliere di affidarsi ad aziende specializzate come http://www.granditraslochisicuri.it/traslochi-milano/ che dispongono di mezzi adeguati e personale qualificato in grado di affrontare qualsiasi trasferimento di mobilia.