Continua a bruciare la terra dei fuochi

rogo-tossico-300x225

Un incendio enorme e minaccioso si è sprigionato nel pomeriggio di ieri 15/07 nei pressi di Giugliano in Campania. Le origini delle fiamme sono “quasi” sicuramente dolose. Il rogo si è sprigionato a ridosso di una discarica ormai zeppa di rifiuti in località Schiavi alla periferia del comune. Una grosse nube nera, puzzolente e tossica ha inghiottito il suolo, le foglie secche hanno alimentato il tutto, e per ore, fino a tarda notte, la nuvola nauseabonda di polveri, puzza e sporcizia ha circondato la zona. Parecchi cittadini si sono intossicati, gli odori che sono provenuti dall’incendio erano “davvero indicibili” e tutto il circondario è stato costretto a respirare i miasmi di un’aria insalubre e pericolosa. Una cosa è certa: chiunque appicchi “le fiamme”, ha interessi a che la terra dei fuochi resti tale, a che il suolo “non guarisca mai” e che quelle zone continuino a portare la triste nomea che ormai è nota a tutto il mondo. E intanto la gente, di cancro, intossicazione e virus vari, continua a morire. 

Loading...