Coppa Italia: Lazio-Napoli è la prima semifinale

238281_gallery

Si comincia questa sera dallo stadio Olimpico, con Lazio e Napoli pronte a darsi battaglia nella semifinale d’andata della Coppa Italia 2014-2015. Le due squadre stanno disputando una buona stagione e hanno ancora la possibilità di raggiungere gli obiettivi prefissati ad inizio anno: il Napoli, nonostante l’inaspettato stop nell’ultimo turno di campionato a Torino contro i granata, è lanciato all’inseguimento del secondo posto in classifica, occupato adesso dalla Roma ma che dista solo quattro punti dai partenopei, e si giocherà, nel giro di poche settimane, anche il suo destino nelle coppe, dovendo affrontare agli ottavi di Europa League la Dynamo Mosca e appunto la Lazio nella semifinale di Coppa Italia. La squadra di Pioli è invece attualmente la quarta forza del campionato (a soli due punti dal Napoli) ed è pronta a giocarsi le sue possibilità in questo finale di stagione sia in campionato che in coppa.

Per Pioli i problemi arrivano dall’infermeria. Dopo Marchetti, messo fuori causa da uno scontro con Zaza nell’ultimo turno di campionato che gli ha provocato una forte contusione al piede sinistro, non ci saranno possibilità di recupero neanche per il capitano Mauri, al quale è stata riscontrata un’infrazione ossea a un piede, per la quale è difficile valutare nell’immediato i tempi di recupero. La Lazio scenderà in campo quindi con Berisha tra i pali, la linea difensiva composta da Basta, De Vrij, Mauricio e Radu, nel solito centrocampo a tre spazio a Parolo e Cataldi, con l’unico ballottaggio tra Biglia e Ledesma per il ruolo di perno davanti alla difesa, e con il tridente offensivo composto da Candreva, Klose e Felipe Anderson.

Loading...

Anche Benitez ha qualche indisponibile, ma la finale di Coppa Italia è un obiettivo concreto e il tecnico spagnolo manderà in campo il Napoli delle grandi occasioni. Con Maggio e Gargano che non saranno della partita per problemi fisici, spazio a Mesto come laterale destro di difesa, con Henrique, Britos e Ghoulam a completare il reaparto. In porta dovrebbe avere una nuova occasione Rafael, dopo le recenti esclusioni a scapito di Andujar, mentre nella linea mediana dovrebbero posizionarsi Lopez e Inler. In attacco spazio a Gabbiadini e Mertens sulle corsie, con Hamsik che agirà alle spalle dell’inamovibile Higuain. Pipita apparso un po’ stanco nelle ultime uscite della squadra ma che resta senza ombra di dubbio il fiore all’occhiello del Napoli allestito da De Laurentis. Inevitabilmente compagni e tifosi si affideranno a lui anche stasera per cercare di espugnare l’Olimpico e tornare a Napoli con un buon risultato in vista della gara di ritorno che si giocherà al San Paolo nella prima settimana di Aprile.

Lazio-Napoli ha tutto per essere una gara sensazionale. Due squadre di certificato valore, ricche di talento e che fanno del calcio offensivo il loro credo non potranno che dar vita a una semifinale emozionante, da vivere e da giocarsi sui 180 minuti. Sarà certamente Lazio contro Napoli, Pioli contro Benitez, ma sicuramente anche Klose contro Higuain: il tedesco ha battuto il Pipita nella finale del mondiale, mentre l’argentino ha deciso con un suo gol l’ultimo incrocio in campionato tra le due squadre proprio all’Olimpico. Due bomber di razza, di nuovo l’uno contro l’altro per cercare di portare la propria squadra alla finale del torneo, ovviamente a suon di gol. Chi la spunterà? Non resta che mettersi comodi e godersi lo spettacolo.