Coronavirus, come proteggersi dalle infezioni

Cosa bisogna fare per proteggersi dal Coronavirus

Attualmente non esistono trattamenti per le infezioni causate dal coronavirus, ciononostante l’allarme psicosi è da ridimensionare. Dopo gli ultimi aggiornamenti sul virus di Wuhan sono 42 le persone decedute, tra cui un medico di 62 anni che ha prestato i primi soccorsi ai pazienti infetti. Anche in Europa ed in particolare in Francia sono stati dichiarati i primi tre casi di pazienti affetti dal coronavirus cinese, e messi in quarantena.

Esistono vaccini per il coronavirus ?

Ad oggi non esiste ancora un vaccino disponibile per curare il virus, ma molti team di scienziati stanno lavorando duro sul genoma del coronavirus per realizzarne uno efficace. Per l’Oms il virus cinese non è ancora un’emergenza globale, anche se il direttore Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha spiegato che il comitato era diviso sulla dichiarazione di emergenza globale, ma ha invitato tutti i Paesi a predisporsi di misure per scoprire i casi di coronavirus, nelle strutture sanitarie.

Come proteggersi dal coronavirus

Il coronavirus è un virus che al microscopio appare con delle spine che creano una similitudine con la corona, ecco perché viene chiamato con questo nome. Nella maggior parte dei casi, chi è colpito da questo virus guarisce spontaneamente e può trovare giovamento assumendo farmaci per dolori articolari, muscolari o febbre.

L’Istituto Superiore di Sanità spiega come proteggersi e ridurre così i rischi da contagio coronavirus. Bisogna seguire degli accorgimenti così da poter evitare di essere contagiati:

  • Bisogna lavarsi le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi o utilizzare soluzioni alcoliche (si consiglia di lavarle spesso);
  • Bisogna evitare di toccarsi naso, bocca e occhi con mani non lavate;
  • Bisogna utilizzare fazzoletti quando si starnutisce o tossisce e buttarli in un cestino chiuso (evitare quelli di stoffa);
  • Bisogna utilizzare mascherine se si è in contatto con persone malate o in centri affollati dove sono stati dichiarate emergenze;
  • Bisogna evitare contatti con persone malate o che abbiano sintomi di malattie respiratorie (per esempio raffreddore e tosse);
  • Bisogna restare a casa se si hanno sintomi (per non contagiare gli altri);
  • Bisogna evitare di mangiare carne cruda, poco cotta, verdure e frutta non lavate adeguatamente e bere acqua in bottiglia;
  • Bisogna disinfettare il luogo dove si vive, gli oggetti o superfici contaminate.