Coronavirus: sequestrate mascherine e guanti al confine svizzero

Gli oggetti sequestrati non erano conformi alla normativa comunitaria e nazionale.

Al posto di confine con la Svizzera a Ponte Chiasso (Como), la Guardia di finanza ha sequestrato numerosi oggetti utili per la lotta al Coronavirus. Parliamo di circa 840 mila guanti monouso, di cui 800 mila in vinile e 40 mila in lattice, e 120 mascherine con valvola di classe FP 2. Il carico, diretto in territorio elvetico, era però in violazione delle recenti norme che ne vietano l’esportazione, senza autorizzazione, a causa dell’emergenza coronavirus.

Gli oggetti sequestrati aiuteranno la Lombardia a combattere il Coronavirus

Non tutto il male viene per nuocere, però. La merce sequestrata verrà infatti consegnata dalla Protezione Civile alle strutture sanitarie della Lombardia. Quindi questi oggetti non andranno perduti e, anzi, daranno una mano agli ospedali dell’Italia per combattere la pandemia. Il sequestro è stato suddiviso in due operazioni, la prima avvenuta il 5 marzo e la seconda il 10 dello stesso mese.

- Advertisement -

Stando a quanto riportato dalla Guardia di Finanza, le mascherine ed i guanti sono stati prodotti “artigianalmente” da una sartoria di Roma. Oggetti pronti alla vendita, anche se non conformi alle normative comunitarie e nazionali. Erano infatti sprovvisti del marchio di qualità CE.

Per questo motivo, il titolare dell’attività è stato denunciato, aveva anche pubblicizzato la vendita degli oggetti. L’uomo è accusato di frode in commercio dalle Fiamme Gialle del 3° Nucleo Operativo Metropolitano della Capitale.

- Advertisement -

Mascherine vendute a prezzi gonfiati

Sempre a Roma, nella zona di Guidonia Montecelio, sono state sequestrate altre mascherine. Una farmacia, che informava con un cartello affisso all’esterno di non avere più a disposizione mascherine, in realtà le vendeva a 35 euro l’una, gonfiando notevolmente il prezzo. I Finanzieri del Gruppo di Tivoli hanno messo fine a questo sciacallaggio sequestrandone 228.

Leggi anche: Amuchina a 100 euro su Amazon. I commenti, “vergogna sciacallo”

- Advertisement -

Anche in questo caso per il titolare ed i suoi dipendenti non è finita bene. Sono stati tutti segnalati dall’Autorità Giudiziaria di Tivoli per il reato di manovre speculative su merci. È stato anche richiesto di assegnare le mascherine alla Protezione Civile, in modo tale che siano utilizzate da persone che stanno combattendo contro l’emergenza.

Star Wars: Young Jedi Adventures seconda stagione

Disney+ ha rilasciato il trailer della seconda stagione di Star Wars: Young Jedi Adventures, la serie originale animata di Lucasfilm che debutterà mercoledì 14 agosto...