Cosa accade a chi mangia ogni mattina un limone? Ecco la risposta

Perchè bere succo di Limone la mattina a digiuno? L'abitudine assimilata negli ultimi anni in Italia è favorita e sconsigliata allo stesso tempo per motivi diversificati

Photocredit Limone Piaxabay

Il limone è uno degli alimenti d’eccezione nella dieta Mediterranea, ricco di moltissime proprietà il suo consumo quotidiano favorisce un rilevante benessere fisico. Agrume spesso sottovalutato è opportuno integrarlo in una dieta equilibrata e questo non solo perchè dona sapore ai piatti ma anche perchè è ricco di vitamina c, ha un basso indice glicemico e pochissime calorie e inoltre ha un effetto depurativo decisamente salutare.

Usanza degli ultimi anni è quella di bere la mattina un bicchiere d’acqua tiepida con spremuto un limone intero, un gesto che va fatto a digiuno e che secondo un certo orientamento favorirebbe uno stimolo del metabolismo, una sazietà maggiore e un ovvia e facilitata perdita di peso.

Ma cosa succede all’organismo quando si mangia un limone ogni mattina?

Le risposte a questa domanda sono molteplici e di vari orientamenti. C’è chi sostiene che in ogni caso il consumo di limone fa sempre bene, non esistono dosi eccessive, anzi berlo a digiuno la mattina presto apporta notevoli effetti positivi che incidono sul benessere di chi ha questa abitudine. Dall’altra parte c’è anche chi invece sostiene che il consumo di limone e del suo succo va limitato, questo perchè a lungo andare l’acidità tipica dell’agrume può provocare infiammazioni della mucosa gastrica e nei casi più gravi ulcere, oltre al fatto che può rovinare lo smalto dei denti.

Succo di limone ogni mattina: si o no?

Le risposte della medicina ma anche di biologi nutrizionisti sul consumo del limone ogni mattina sono diversificate è dunque opportuno limitare le dosi e evitare eccessi che possano apportare malesseri intestinali e di stomaco. Di sicuro la mattina è meglio non esagerare con il succo di limone, ma scegliere la dose che più è consona ad ogni singolo organismo.