Cosa accade a chi mangia pane bianco tutti i giorni? Ecco la risposta

Pane bianco perchè è meglio non mangiarlo? Secondo alcuni recenti studi è opportuno evitare o limitare il suo consumo viste alcune sue scarse proprietà nutrizionali

Pane bianco
Pane bianco photocredit pixabay

Negli ultimi anni il pane bianco è stato messo sotto esame per le sue basse qualità nutrizionali e oggi considerato un alimento il cui consumo va limitato. Le sue caratteristiche nutrizionali lo ritengono causa di obesità infantile e secondo alcuni studi statunitensi anche responsabile di alcune forme di cancro ai polmoni, patologia favorita dal suo alto indice glicemico.

Mangiare pane bianco in modo quotidiano non fa certo bene è per questo che nutrizionisti e dietologi consigliano di ridurne il consumo e in alcuni casi è meglio proprio non mangiarlo. E’ opportuno sostituire il pane bianco con quello integrale e questo per le ovvie ragioni che portano a magiare i cibi nella sua interezza mantenendo soprattutto la presenza delle fibre.

Il pane integrale ha moltissime proprietà nutrizionali, in primis è ricco di fibre che stimolano in senso positivo il transito intestinale, inoltre producono un immediato e prolungato senso di sazietà e infine aiutano a prevenire l’aumento di peso e la comparsa di alcune tipiche patologie come quella dell’apparato cardiocircolatorio e del diabete.

Pane bianco cosa non mangiare al suo posto?

La cosa più sbagliata da fare quando si è alla ricerca di un regime alimentare equilibrato che favorisca il consumo di cibi sani è quello di sostituire il pane bianco con il pancarrè. Quest’ultimo non solo è maggiormente ricco di calorie rispetto al tradizionale pane ma è anche un prodotto industriale e quindi con ingredienti non tutti naturali. Inoltre il pancarrè è molto morbido e favorisce un consumo maggiore in quantità del prodotto e di conseguenza un aumento di peso scontato.