Crollo del solaio a Pistoia durante matrimonio: il racconto dello sposo

Il crollo ha causato il ferimento di 64 persone

Un solaio dell’ex convento di Giaccherino è crollato durante un ricevimento matrimoniale. In seguito al crollo sono state 64 le persone che hanno fatto ricorso alle cure mediche per fratture, ferite o contusioni, di cui 39 hanno passato la notte tra sabato 13 e domenica 14 gennaio in vari ospedali toscani: 6 in codice rosso, perché in gravi condizioni ma non in pericolo di vita. 

A raccontare la dinamica dei fatti è stato Paolo Mugnaini rimasto ferito insieme alla moglie, Valeria Ybarra. Il racconto è stato riportato da SkyTg24:

- Advertisement -

Stavo ballando davanti a mia moglie e con i nostri amici. Ridevamo, scherzavamo, tutti erano felici. All’improvviso mi sono trovato in un’altra dimensione. Al buio, nel vuoto. Un attimo e ho sentito corpi che mi cadevano addosso, insieme a macerie di ogni tipo, polvere, schegge”.

Ero entrato in un gorgo spaventoso e non riuscivo a orientarmi. Poi, mi sono trovato davanti al mio migliore amico. L’ho chiamato ma non rispondeva, aveva un grosso taglio sulla testa, c’era tanto sangue. Solo allora ho iniziato a capire. Mi sono messo a urlare chiamando Valeria, mia moglie. Non rispondeva e sembrava scomparsa. Ho temuto che fosse stata sepolta dalle macerie”.

- Advertisement -

Paolo è riuscito a ritrovare sua moglie in ospedale, dove i due stanno tutt’ora passando la degenza insieme. In seguito all’incidente la Procura di Pistoia ha disposto il sequestro dell’ex convento di Giaccherino e ha aperto un fascicolo di indagine, al momento a carico di ignoti, per lesioni colpose in base all’articolo 590 del codice penale.