Cultura e Società: cosa sono?

Cultura e Società riguardano i più intimi aspetti dell’essere umano, dal tipo di letto in cui dorme al cibo che mangia, dalle sue aspirazioni come persona al ruolo che assume con gli altri, dal luogo in cui si reca a svagarsi a come saluta i suoi amici, insomma … cultura e società sono due concetti che riguardano sfere fondamentali e fondanti la vita degli esseri umani e in questo articolo verranno spiegati in breve e semplicemente.

Cultura e Società sono due concetti che racchiudono un’immensità di argomenti e significati, spesso sono protagonisti di discussioni che ne annichiliscono il significato profondo, la loro portata e importanza, per assumere toni particolaristici e privi della bellezza universale che invece rappresentano.

Cerchiamo di fare un sunto sintetico dei loro possibili significati, che sarà utile per gli articoli che seguiranno.

camel-riders-603611_1280

La Cultura.

Possiamo dire che la Cultura è un insieme di conoscenze, saperi, costumi, usanze e comportamenti specifici di un gruppo umano, è il patrimonio storico di un popolo che ne caratterizza i legami interni ed anche quelli con le altre culture.Già da questa prima introduzione si capisce come non possa esistere “una” cultura, ma “tante” culture, ed ognuna possiede le sue particolarità, nonostante possano esserci state delle influenze o dei contatti con altri popoli.

Con questa generica definizione, si può affermare che della cultura fanno parte:

– i Valori e la Morale;
– i Costumi, cioè le forme di comportamento condivise, come può essere prendere il caffè dopo pranzo;
– la visione identitaria di un popolo, l’etnicità;
– un insieme di conoscenze pratiche aquisite, la formazione individuale dunque;
– molte altre cose come la tecnologia, la religione e il pensiero filosofico, i modelli culturali di un popolo.

L’Unesco (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura) definisce la cultura come:

“Una serie di caratteristiche specifiche di una società o di un gruppo sociale in termini spirituali,
materiali, intellettuali o emozionali”

Per entrare nel dettaglio dell’argomento è sicuramente utile chiedere una mano all’Antropologia, che altro non fa che studiare l’uomo. E studiare l’uomo significa anche e soprattutto studiarne la cultura.

L’Antropologia culturale sviscera la cultura in:grinder-546561_1280

– sistemi di norme del gruppo umano, i comportamenti codificati dell’uomo e della donna ad esempio,

– costumi e abitudini, le azioni di ogni giorno,

– oggetti delle attività umane, utensili della vita quotidiana ed oggetti artistici.

È chiaro che la cultura è appresa e non è in alcun modo riconducibile ad un innato patrimonio biologico, non esiste la cultura innata e molti modelli comportamentali che sono comunemente ricondotti ad un sedicente patrimonio biologico sono in realtà la conseguenza della nostra presenza in un determinato gruppo umano.
Come non esistono forme di vasellame o tipologie di abbigliamento insite nel patrimonio genetico umano, non sono stampati nel nostro Dna neppure i ruoli del Maschio e della Femmina che ogni cultura usa e riproduce nella propria organizzazione sociale.

Quando si parla di scienze che hanno come oggetto l’essere umano il confine è sempre molto labile, ma ora cerchiamo di spiegare in breve il concetto di Società.

La Società.

Prendendo la definizione dall’enciclopedia Treccani, si ha di Società questa definizione :

“ Insieme di individui o parti uniti da rapporti di varia natura, tra cui si instaurano forme di cooperazione, collaborazione e divisione dei compiti, che assicurano la sopravvivenza e la riproduzione dell’insieme stesso e dei suoi membri.”

È importante, ed anche curioso, che con il termine società non ci si riferisca esclusivamente ad esseri umani ma ad individui che si intendono:

“Ogni singolo ente in quanto distinto da altri della stessa specie”

                                                                                                        (Treccani)

Quindi ci può riferire, col termine Società, anche a gruppi animali come ad esempio i branchi di mammiferi superiori.

Considerando la Società Umana, salta subito all’occhio la differenza con quanto detto prima sulla cultura, la società è un gruppo di individui legati tra loro in diversa maniera, che decidono di collaborare per vivere insieme.

È evidente che una Società ha una sua cultura e la stessa struttura che assume, ovvero le stesse “forme di cooperazione, collaborazione e divisione dei compiti, che assicurano la sopravvivenza”, dipenderà dal tipo di cultura che nel corso della storia si è formata.

day-of-the-dead-568012_1280Ma continuando a parlare di Società, gli individui umani condividono con i propri simili dei comportamenti, instaurando relazioni e sviluppando diversi livelli di organizzazione.
La presenza di diversi strati di cooperazione ed organizzazione crea la cosiddetta Organizzazione sociale.

La Società umana è dunque una comunità organizzata che è localizzata in un territorio, composta da individui legati tra di loro, che possiedono una stessa cultura, consapevoli della propria unicità identitaria e generalmente suddivisi in classi sociali specifiche.

Per concludere, qual è la differenza tra Cultura e Società?

Detto in parole poverissime, la prima è la “conoscenza accumulata lungo la storia” del gruppo umano in oggetto, la seconda è la “struttura organizzativa”, è lo scheletro su cui si adagiano carne, muscoli, organi e pelle, cioè la cultura stessa, senza cultura non c’è società dunque, e viceversa.

Entrambe fondamentali, Cultura e Società saranno i caposaldi di questa rubrica che con uno sguardo obiettivo e chiaro su diversi aspetti di queste due affascinanti temi, farà il punto su diversi argomenti, prendendo spunto da autori importanti, curiosità dei popoli, analisi di vicende di cronaca, da teorie sociologiche e antropologiche, da costumi e tradizioni, e tanto altro ancora.

Alla prossima.

 

Potrebbero interessarti anche