Daniela Molinari, la donna abbandonata alla nascita, come sta oggi?

Ha finalmente potuto iniziare le cure Daniela Molinari, la donna che cercava la madre biologica per il tracciamento del DNA indispensabile per iniziare le cure sperimentali

Daniela Molinari, l’infermiera 47enne milanese di origini comasche che cercava la sua mamma biologica per effettuare il tracciamento necessario alle cure per la sua malattia, ha iniziato finalmente le cure.

Daniela, nata da una violenza, aveva fatto per una vita i conti col rifiuto della madre, che solo successivamente ha acconsentito al prelievo di sangue, decidendo però di non voler avere nessun incontro con la figlia.

- Advertisement -

Dal letto d’ospedale a Houston dice: “Mamma di pancia, non so nemmeno dove sei ma tu lo sai bene e sono sicura che ti interessi di come sto”.

Daniela purtroppo non sta bene, e nell’ultimo post pubblicato su Facebook dice: “Sta mattina è una mattina no… non pensavo potesse esserci un dolore così grande.. così impossibile da sopportare”. E ancora: “Il freddo è sempre uguale..ed il male alla testa per le lacrime aumenta”.

- Advertisement -

Vicino a lei il compagno, che con amore e devozione la sta accompagnando in questo difficile e tortuoso tragitto.

Accanto a Daniela, anche un gruppo di amiche che a distanza la supporta tramite la piattaforma GoFundMe : “Siamo il gruppo delle amiche di Daniela Molinari. Finalmente potrà sottoporsi alla cura sperimentale poiché la mamma biologica ha eseguito il prelievo per il DNA. Daniela dovrà ora sostenere altre terapie alle quali dovrà sottoporsi nei prossimi mesi.  Abbiamo già iniziato ad aiutare Daniela con una rete di amici nel nostro paese ma abbiamo bisogno di più forze per raggiungere l’obiettivo” si legge nel testo che descrive il fine della raccolta fondi.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.