Denver: sparatoria in una scuola, ucciso uno studente

Due studenti hanno sparato contro i loro compagni, uccidendone uno e ferendone altri otto

Ennesima sparatoria in una scuola in Colorado. Due studenti della STEM School di Highland Ranch, non lontano da Denver, sono entrati dentro l’istituto e hanno cominciato a sparare contro i loro compagni.

Un ragazzo è stato ucciso, ferite otto persone

Un ragazzo 18enne è stato ucciso, ferite otto persone di cui due in gravi condizioni. I due studenti sono stati fermati dalla polizia. Il presunto autore dell’attacco si chiama Devon Erickson: è stato arrestato insieme ad un altro sospetto, un minorenne del quale non è stata resa nota l’identità.  La casa dove viveva con la sua famiglia è stata isolata e perlustrata dagli agenti. I due giovani  avevano con loro diverse armi, ha riferito la polizia. Hanno cominciato a sparare in due posti diversi della scuola, nella parte centrale dell’edificio che ospita più di 1.850 studenti, dai 3 ai 18 anni.

Lo sceriffo locale, Tony Spurlock, ha detto che entrambi i sospetti frequentano la scuola.  Non è chiaro ancora se lo studente ucciso fosse l’obiettivo del giovane che ha aperto il fuoco o se sia stato colpito da un proiettile vagante.

Studenti barricati nelle classi

La scuola poco dopo l’inizio dell’attacco ha chiuso gli ingressi e le uscite. Gli studenti  sono rimasti chiusi nelle proprie classi a luci spente. Quando le forze dell’ordine sono intervenute i due assalitori hanno sparato contro gli agenti ma sono stati arrestati senza essere feriti. Dopo la sparatoria e l’arresto degli assalitori, tutti gli altri studenti – tra cui moltissimi bambini – sono stati portati in un altro edificio della città, dove sono stati fatti arrivare anche i loro genitori. La polizia ha invece cominciato a indagare sul conto delle due persone arrestate.

20esimo anniversario della strage di Columbine

La STEM School si trova a pochi chilometri dalla scuola superiore di Columbine, dove il 20 aprile 1999, avvenne una delle più gravi stragi nelle scuole degli Stati Uniti. In quell’anno furono uccisi 12 studenti, un insegnante e 24 persone rimasero ferite. Nel giorno del 20esimo anniversario della sparatoria di Columbine, in tutte le scuole dell’area erano state applicate misure di sicurezza straordinarie, nel timore che qualcuno potesse provare un nuovo attacco contro gli studenti.

Il presidente della Casa Bianca Donald Trump ha dichiarato “Le nostre preghiere sono per le vittime, per i familiari e per coloro affetti dalla sparatoria alla Stem School Highlands Ranch a Littleton, in Colorado. Tragicamente questa comunità e coloro che la circondano conoscono troppo bene questi odiosi ed orribili atti di violenza”.

Potrebbero interessarti anche

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here