Donna investita dalla metro, a spingerla un uomo di 47 anni italiano

Fermato un italiano nella notte, accusato di tentato omicidio

Un uomo di 47 anni,  un italiano è stato l’aggressore che ha spinto una donna peruviana alla fermata della metropolitana dell ‘Eur. Un video lo ha ripreso e nella notte il personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile e del Commissariato Esposizione lo hanno fermato. La donna, è stata travolta intorno alle 13 dal convoglio in arrivo in direzione Rebibbia  ha riportato l’amputazione di un avambraccio ed è stata operata d’urgenza all’ospedale San Camillo.

L’uomo è stato arrestato

Alcuni testimoni avrebbero indicato un uomo con un giaccone rosso il colpevole della spinta , ma in seguito l’uomo portato in questura sarebbe estraneo ai fatti.

Gli inquirenti dopo aver ascoltato altre  testimonianze e aver controllato i filmati delle telecamere di video sorveglianza , nella nottata, al termine di una rapida indagine, hanno arrestato e  sottoposto a “fermo di indiziato di delitto” un italiano di 47 anni, individuato quale autore del tentato omicidio di una donna peruviana di 47 anni. Secondo gli inquirenti le cause sarebbero da attribuire ad “un gesto di follia”.

Loading...

La donna peruviana è stata trasportata immediatamente all’ospedale San Camillo, attualmente è ricoverata in rianimazione, in prognosi riservata.  Le condizioni sono gravi. I medici non sono riusciti ad attaccarle la mano  provocata dall’impatto con il treno ,  inoltre ha diverse  fratture del bacino, di un femore, di una caviglia, ed un trauma alla testa.  Resterà in osservazione, si temono ci siano lesioni interne.

Le telecamere di sorveglianza hanno ripreso la scena

L’uomo , che avrebbe agito senza un motivo  apparente, è stato individuato grazie alle testimonianze di alcuni dei passeggeri in attesa sulla banchina e alle immagini a circuito chiuso della metropolitana. Nel filmato si vede l’uomo che si avvicina alla donna, la spinge, lei cade rimanendo incastrata tra il convoglio e i binari, mentre il 47enne scappa, facendo perdere le sue tracce. L’uomo ha spinto all’improvviso la donna peruviana senza che ci fosse nessun tipo di discussione.

A soccorrere la donna  è stato un maresciallo della Marina Militare

Uno dei  primi a soccorrere la donna sarebbe stato un maresciallo della Marina Militare Gianluca Marzano che si trovava nei pressi della metropolitana.  Ha raccontato  “ero sulla banchina ad aspettare la metro, quando ho sentito una donna gridare da sotto i binari”.

Il maresciallo che stava tornando da Sapri , ha capito immediatamente cosa stava succedendo, ha parlato con due agenti della Polizia , è sceso sui binari, ha fatto il giro del treno e si è avviato dove giaceva la donna.  Cosi mentre un poliziotto ha fatto luce con il cellulare, egli si è infilato sotto il treno e ha tirato piano la donna.  “ aveva una grande ferita alla testa, non è stato semplice,  aveva anche perso la mano tranciata dal treno, le parlavo per tranquillizzarla , poi sono arrivati i vigili del fuoco e il 118  e l’hanno estratta”.

Pare che la vittima e il suo aggressore non si conoscessero, e non abbiano avuto nessun diverbio,  stavano entrambi aspettando la metro dell’Eur in direzione Rebibbia.  Le indagini proseguono,  la polizia cerca altri eventuali testimoni per ricostruire per bene la vicenda  e fare luce sull’accaduto.