Fabrizio Corona esce dal carcere: la foto shock sui social

Corona è appena uscito dal carcere e fa già parlare di sé per un post che preoccupa i suoi followers: un uomo impiccato e un passo di Dostoevskij

Fabrizio Corona è stato scarcerato, dopo più di un mese in cella. Un post su Instagram, però, ha preoccupato i suoi followers.

Fabrizio ha postato una foto dell’ombra di un uomo impiccato, e poi, nella foto successiva, l’estratto di una lettera di Fëdor Dostoevskij a suo fratello Mikhailm, il giorno in cui venne condannato a morte: “Mi hanno appena detto, fratello caro, che oggi o domani ci fanno partire. Ho chiesto di vederti. Mi hanno però detto che è impossibile; ti posso soltanto scrivere questa lettera, sbrigati anche tu a darmi un cenno di risposta. Temo che fossi in qualche modo a conoscenza della condanna (a morte). Dal finestrino della carrozza che ci portava sulla piazza d’armi Semënovskij ho visto una marea di gente può darsi che la notizia fosse giunta anche a te e che tu stessi in pena per me. Ora sarai più̀ sollevato. Fratello! Non mi sono scoraggiato né perso d’animo”.

- Advertisement -

E ancora: “La è vita ovunque, la vita è dentro di noi, non al di fuori. Intorno a me ci saranno altri uomini, ed essere un uomo tra gli uomini e rimanerlo per sempre, qualunque disgrazia capiti, senza lamentarsi, non perdersi d’animo – ecco in che cosa consiste la vita, qual è il suo scopo. Me ne sono reso conto. Quest’idea si è fatta di carne e sangue. È la verità! Quella testa che creava, si nutriva della vita superiore dell’arte, che ha compreso e si è abituata alle nobili esigenze dello spirito, quella testa ormai si è staccata dalle mie spalle. Ne è rimasto il ricordo e le immagini create, ma rimaste ancora senza forma. Lasceranno cicatrici, è vero! Però in me è rimasto il cuore, e quella carne e quel sangue che ancora possono amare, soffrire, desiderare e ricordare, e in fondo anche questa è vita!”

Cosa vuole dirci Fabrizio con questo post? È un post che si presta a diverse interpretazioni, a dire il vero. Forse si riflette nelle sofferenze patite da Dostoevskij, o forse è l’ennesimo grido di aiuto. Ma ciò che è certo è che a giudicare dai commenti sui social, Fabrizio sta ricevendo molto supporto da tutta la gente d’Italia (ricordiamo che persino Adriano Celentano è intervenuto in suo favore, e Lapo Elkann, diretto interessato della faccenda, ha asserito di “averlo perdonato”).

- Advertisement -

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.