Fotografato il mostro di Loch Ness, ecco la foto originale

La foto originale scattata al mostro di Loch Ness

Importante novità sul mistero del mostro di Loch Ness, dopo moltissimi anni un fotografo inglese, è riuscito a immortalare il misterioso animale che dovrebbe trovarsi nelle acque del lago più famoso del mondo. In questo articolo siamo in grado di mostrare la foto originale scattata dall’uomo, dove si notano in maniera abbastanza evidente le dimensioni della creatura a fior d’acqua.

Mostro di Loch Ness si tratta di ennesima bufala?

Sul mostro di Loch Ness se ne ne sono dette tantissime e non si contano più le immagini che circolano sul web, disegni, fotomontaggi, presunte foto in bianco e nero e chi più ne ha più ne metta. Questa è l’ennesima bufala? Naturalmente la domanda sorge spontanea, ma questa volta c’è qualcosa di strano. L’immagine scattata dal fotografo inglese Iam Bremner sembra veramente autentica, questa volta Nessy (così viene chiamato), sembra veramente abitare il lago di Loch Ness. L’uomo che lo ha immortalato, si trovava nei paraggi del lago in cerca di cervi, per le sue foto, ma ad un certo punto ha notato nell’acqua qualcosa di strano, un grosso animale raffiorava dal lago e immediatamente ha scattato una fotografia.

Mostro di Loch Ness le parole del fotografo

Loading...

Nella foto è possibile notare la testa e due grandi gobbe, le prime parole del fotografo rispecchiano la sua stessa perplessità, ma allo stesso tempo la convinzione di aver fotografato la creatura più famosa di tutti i tempi. “E’ la prima volta che vedo il mostro di Loch Ness nel lago, sarebbe sorprendente se fossi il primo a trovarlo. All’inizio ero scettico sulla sua esistenza, ma adesso più ci penso e più sono sicuro che fosse lui“, poi in maniera certa aggiunge:”Non credo fossero tre foche!“. Queste sono state le dichiarazioni del diretto interessato agli organi di stampa, corredate da una fotografia che lascia pensare all’autenticità dell’immagine.  Se lo scatto dovesse risultare autentico infatti, si potrebbe mettere la parola fine alla sua misteriosa presenza nelle acque del lago.