Franco Ciani suicida, l’ex moglie Anna Oxa: “Faccio fatica a credere al gesto”

Franco Ciani musicista e autore di tantissimi successi discografici degli anni '80 e '90 si è suicidato in un albergo a Fidenza

Franco Ciani musicista e autore di canzoni di successo degli anni ’80 e ’90 e ex marito di Anna Oxa con cui non aveva rapporti da tempo è stato trovato morto suicida in un albergo di Fidenza (Parma); il corpo dell’uomo è stato trovato venerdì mattina d’alcuni inservienti dell’hotel, il tragico evento si sarebbe consumato giovedì notte.

A quanto pare l’autore musicale si sarebbe suicidato con un sacchetto di plastica, non prima d’aver cambiato la sua immagine del profilo social con un angelo e lasciando una lettera al suo impresario Nando Sepe a cui avrebbe spiegato le ragione del suo estremo gesto.

- Advertisement -

Franco era pieno di debito, non lavorava da tempo e il suo ultimo brano scritto per l’ex Matia Bazar Roberta Faccani non è stato accettato a Sanremo 2020, un rifiuto che avrebbe fatto cadere l’autore in una baratro senza uscita. Ciani era oberato dai tantissimi debiti e gli erano stati pignorati anche i diritti Siae delle sue canzoni, un tunnel senza uscita che lo ha portato a pensare che l’unica soluzione fosse uccidersi.

Franco Ciani, lo sfogo di Morgan sulla legge anti-suicidi e i dubbi di Anna Oxa

Franco Ciani si è ucciso a causa dei debiti che lo affliggevano, per lo meno è quello che si è detto fino ad ora, ma secondo Anna Oxa ex moglie dell’autore musicale Franco non era incline al suicidio, la cantante non crede a questa versione e invita la famiglia ad indagare meglio visto che Ciani sapeva molte cose.

- Advertisement -

La morte di Ciani ha stimolato anche la reazione di Morgan che ha condannato la legge anti-suicidi, non ritenendola idonea ad affrontare alcuni casi e richiama l’intervento e l’attenzione dello stato: “La famosissima legge anti-suicidi, un vero disastro, una legge che è una burla di fronte alle incongruenze anti uomo di cui il nostro stato ‘democratico’ è promotore e attuatore. Che bello sarebbe il mondo se la legge fosse giustizia e sapesse punire gli elementi dello stato che uccidono i cittadini liberi. E qui stiamo pure parlando di un artista, un musicista, un autore di canzoni.”