Frane in tutta Italia: chiuse strade al Nord. Frana in Savoia: stop dei treni Italia-Francia

Un'imponente frana si è verificata nella regione della Savoia in Francia, nel comune di Saint-André, a causa delle abbondanti precipitazioni.

Una porzione considerevole della montagna ha ceduto, riversandosi sulla linea ferroviaria e su una strada sottostante utilizzata da automobili e autocarri. Secondo le informazioni fornite dalla prefettura della Savoia, numerosi massi e detriti, con un volume complessivo di circa 700 metri cubi, hanno impattato la barriera di protezione installata a scopo preventivo dalle autorità stradali del Consiglio dipartimentale. I detriti hanno invaso l’autostrada A43, causando la sospensione temporanea del traffico stradale presso il collegamento di Saint-Michel-de-Maurienne. Data la portata del disastro, la frana ha interrotto la linea ferroviaria, portando le autorità a sospendere temporaneamente i servizi ferroviari ad alta velocità tra Milano e Parigi.

Frane in Italia: colpite anche Liguria, Toscana, Lombardia e Trentino

Anche la Liguria è stata colpita, subendo un’intensa pioggia che ha causato allagamenti a Genova. La situazione è altrettanto critica in Trentino e a Milano, dove è stato necessario chiudere il Parco Idroscalo. L’ente ANAS ha preso la decisione di chiudere tre importanti strade nella regione settentrionale. Nella località di Cortina d’Ampezzo, sono state evacuate ben 70 persone a causa dell’evento franoso. Nel territorio del Cuneese, diverse automobili sono rimaste intrappolate dalla neve in prossimità del confine tra l’Italia e la Francia. La nevicata sta raggiungendo anche Sestriere. In Toscana, un vento forte ha causato interruzioni nei collegamenti dei traghetti tra Piombino e l’Isola d’Elba.

spot_img

Nagorno-Karabakh, Aliyev a Erdogan: “Integrazione della regione avrà successo”. Mosca risponde...

La situazione nel Nagorno-Karabakh è in continuo mutamento e la recente ‘operazione antiterroristica’ voluta dall’Azerbaijan lo scorso 20 settembre potrebbe concludersi con l’integrazione nella...