Genova: nuovo ponte iniziate le operazioni del primo impalcato

Ponte Morandi dal crollo alla ricostruzione

Oggi è il giorno tanto atteso per Genova, sta per salire in quota il varo del primo pezzo dell’impalcatura del nuovo ponte. L’impalcato lungo 50 metri largo 26 e alto 5, assemblato con l’acciaio negli stabilimenti Fincantieri, inizierà a salire da terra sollevato da due gru per poi poggiarsi sui sostegni in cima alle due pile, la quinta e la sesta, già realizzate.

Presenti le istituzioni

Poco prima delle 10 nell’area attorno al cantiere sono arrivati il premier Giuseppe Conte e la ministra dei Trasporti Paola De Micheli.  Sono stati accolti dal sindaco Marco Bucci, dal governatore ligure Giovanni Toti, dall’architetto Renzo Piano e dal cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova.

Una sirena ha annunciato l’inizio delle operazioni

Poco dopo l’arrivo delle autorità è iniziata la cerimonia. Una sirena ha annunciato l’avvio delle operazioni di varo in quota dell’ impalcato. Salirà sino a 50 metri di altezza con due gru in grado di sollevare 650 tonnellate.

Conte “la sicurezza è d’obbligo”

Il premier Conte ha detto “L’ ultima volta che sono stato qui era il 14 agosto. Da qui dissi che Genova era il simbolo di rinascita. E ora la stiamo vedendo.  La collaborazione sinergica tra pubblico e privato dimostra che si possono fare cose straordinarie per il nostro paese. Dobbiamo essere tutti orgogliosi ciascuno per la piccola parte che fa nel tutto. Ringrazio le istituzioni locali, il migliaio di maestranze, ha aggiunto “La soddisfazione di questo momento non ci fa dimenticare le 43 vittime. In questo progetto meraviglioso c’è il ricordo. Il dovere di testimoniare con atti concreti per prevenire e rafforzare la sicurezza delle infrastrutture. La manutenzione ordinaria è un dovere, un imperativo morale categorico. Il monitoraggio su questo cantiere è costante e l’obiettivo è quello che avevamo stabilito, i tempi sono rispettati e sono da record“.

La ministra delle infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha dichiarato “Non vi nascondo l’emozione. – Un ricordo commosso alle famiglie delle vittime che ho incontrato recentemente a Genova. Questa città straordinaria ferita ma mai piegata è simbolo di cosa le persone possono fare quando decidono di cambiare. Un segno di gratitudine a tutte le persone che in silenzio lavorano per la ricostruzione del ponte e della comunità”.


Quotidianpost.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI

 

Potrebbero interessarti anche