Giallo a Carovigno: coniugi trovati morti in casa

Uccisi con due colpi di arma da fuoco e trovati dal fratello di lui

E’ accaduto nelle campagne di Serranova, frazione di Carovigno. I corpi di due coniugi sono stati ritrovati privi di vita all’interno della loro umile abitazione. La donna di 64 anni, Caterina Martucci è stata rinvenuta nella stanza da letto, mentre l’uomo di 70 anni Antonio Calò era all’ingresso. A ritrovare le vittime è stato Carmelo, fratello di Antonio, il quale si era recato a casa loro per accompagnarlo a fare delle commissioni con la macchina. 

Secondo quanto riferito dal testimone, al suo arrivo la porta d’ingresso era chiusa ma non a chiave. Così, dopo aver chiamato il fratello senza ricevere risposta, ha deciso di entrare in casa. Ha acceso la luce e si è ritrovato di fronte alla tragedia. Dalle prime ricostruzioni, è emerso che si tratta di un omicidio. I due anziani sono stati uccisi da due colpi di pistola, tuttavia in casa non sono state rinvenute armi da fuoco.

- Advertisement -

Scartata l’ipotesi di un gesto volontario

A tal proposito è stata scartata l’ipotesi di un gesto volontario. I corpi delle vittime sono stati condotti presso l’obitorio del cimitero di Ostuni e sono a disposizione della magistratura. Non si sa, attualmente, quando e se sarà eseguita l’autopsia. I coniugi non avevano figli e sono stati descritti dai vicini come persone umili e buone.