Grande Fratello Vip, Serena Enardu tormentata dai sensi di colpa:”Ho distrutto tutto”

Serena Enardu attuale inquilina del Grande Fratello Vip confessa di sentirsi in colpa per tutto il male che ha fatto a Pago e la sua famiglia

Photocredit Serena Enardu instagram

Serena Enardu si è conquistata il titolo di concorrente del Grande Fratello Vip di prepotenza, l’ex tronista è voluta entrare nella casa certa che Pago avesse bisogno di lei, e convinta che era arrivato il momento giusto per aggiustare le cose con il cantante, fino a quel momento insicuro di voler tornare insieme all’ex tronista dopo Temptation Island Vip dove la loro storia è entrata in crisi.

Serena ha riconquistato Pago, da quando è entrata nella casa di Cinecittà il cantante sardo non fa altro che coccolarla e rassicurarla, tutto sembra essere programmato e qualcuno ha insinuato che fra i due ci fossero dei progetti ben delineati finalizzati solo ad avere popolarità.

In queste ore Serena è apparsa in preda alla disperazione, in lacrime ha ripensato al suo vissuto e a tutto quello che ha fatto a Pago dopo la loro esperienza nell’isola dei sentimenti. In quei momenti non ha compreso bene quanto male stava facendo al suo fidanzato ma anche alle loro famiglie, solo ora sta prendendo consapevolezza delle sue brutte azioni.

Grande Fratello Vip, Serena Enardu: “Sarei da prendere a ceffoni”

Lo stato d’animo di Serena Enardu ha preoccupat il Grande Fratello che l’ha invitata in confessionale per denunciare cosa la fa stare così male ora che è insieme a Pago e hanno risolto molti dei problemi fra di loro.

L’ex tronista non può fare a meno di confessare i suoi sensi di colpa di cui solo oggi è consapevole: “Prima era proprio convinta che quello che avevo fatto era giusto oggi mi rendo conto che sono passata sopra alla nostra relazione con un trattore, ho distrutto tutto. Facendo male a me, a lui e alla mia famiglia, alla sua. Sarei da prendere a ceffoni, ma lui sin da subito appena siamo usciti da lì ha trovato il modo di farmi stare tranquilla. Io anche lì ho perseverato.”