I quaderni del Bardo voltano … più di qualche pagina!!

10906362_802057403175818_3938384565486445515_n

“Il Bardo” nasce nel 1991 dalla necessità di far conoscere la storia e la cultura salentina. Il primo numero esce nel settembre di quello stesso anno, contiene pochi articoli e qualche poesia. Inizia la collaborazione con grandi firme della cultura salentina: Giancarlo Vallone, Cosimo Franco, Giovanni Cosi, Fernando Verdesca, Mario Cazzato, Alvaro Ancora, Arturo Alessandri, Vittorio Zacchino, Antonio De Meo, Alessandro Laporta, Gino Pisanò, Giovanni Greco, Ennio Bonea, Donato Valli, Luigi Manni, Mario Marti, Elio Paiano, Antonio Faita, Paolo Vincenti, Maurizio Nocera e tanti altri, che a titolo gratuito, hanno dato la loro collaborazione per la realizzazione di questi “fogli di culture”. Nel novembre 1995, nasce “Allestimento – Prove di scrittura-“ fortemente voluto dal direttore editoriale Maurizio Leo, il quale annovera tra i suoi collaboratori i nomi più conosciuti del panorama poetico salentino, come Carlo Alberto Augieri, Walter Vergallo, Pierpaolo De Giorgi, Ar
rigo Colombo, Giuseppe Conte, Antonio Errico, Nicola De Donno, Anna Maria De Benedittis Presicce, Pierlugi Mele, Antonio Iaccarino, Salvatore Caliolo, Vito Antonio Conte, Carlo Stasi, Eugenio Giustizieri, Rossano Astremo, Massimo Manieri, Rosanna Gesualdo, Elio Coriano, nonché lo stesso Maurizio Leo e altri ancora. Sempre nel Novembre ’95, Caterina Gerardi inizia la sua collaborazione grafica fornendo le foto per la prima pagina de “Il Bardo“ e per “Allestimento “ . Da qualche mese l’esperienza de Il Bardo e di Allestimento è sbarcata on line all’indirizzo  http://ilbardofoglidiculture.blogspot.it/

10928858_805419202839638_4309823296423883454_n

I Quaderni del Bardo, il marchio che pubblica i supplementi editoriali della rivista Il Bardo, a partire da questo mese si presenta con una nuova struttura: la direzione editoriale affidata a Maurizio Leo e Stefano Donno, il lavoro di redazione affidato ad Anastasia Leo, e la sezione social media communications affidata a Ludovica Leo.  La linea editoriale continuerà sempre rispettando sia gli obiettivi di ricerca poetici, narrativi e saggistici che da oltre vent’anni vengono portati avanti dalla proprietà con serietà e professionalità, sia gli aspetti formali mantenendo intatta la realizzazione di volumi eleganti e di pregevole fattura. La novità verterà sulla creazione progressiva di connessioni tra tradizione e innovazione editoriale, e l’apertura a nuove collaborazioni anche con studiosi provenienti da altre latitudini culturali

Loading...