I Vecchioni di Mariele: gli eterni bambini dell’Antoniano

Oggi vi parlerò del Coro dei Vecchioni di Mariele, formato da ex interpreti e coristi del Piccolo Coro dell'Antoniano di Bologna.

I Vecchioni di Mariele: gli eterni bambini dell’Antoniano

L’Antoniano di Bologna è ufficialmente da 60 anni la casa dello Zecchino d’Oro. Su youtube potete vedere video in bianco e nero in cui una minuta donna, librando le braccia in aria come farfalla, dirige un coro di piccoli bambini. I bambini possono cantare nel Piccolo Coro dell’Antoniano fino all’età di 11 anni. Dopo tale soglia il bambino diventa un “vecchione”, come soleva dire Mariele Ventre. Questa donna straordinaria, di cui ho già narrato, ha diretto quei bambini per ben 30 anni. Un legame indissolubile tra lei e i bambini che andava oltre le note di un pianoforte.

Il Piccolo Coro è una scuola di canto sì ma ancor prima di vita. Una scuola che ti insegna valori importanti quali l’amicizia, la fratellanza, l’uguaglianza, l’amore, la generosità, il donarsi agli altri senza sé e senza ma. Un legame che per molti bambini non tramonta mai. Un sole che continua ad irradiare e a splendere attraverso un cammino in cui non ci si sente mai soli e si è una grande e bellissima famiglia. E’ in questo fiabesco contesto che cresce una bambina, oggi mamma e corista. Una mamma, una donna, un’amica che ho avuto il piacere di conoscere prima attraverso il suo sito “Testimonianze Musicali” e poi personalmente nel mio viaggio in quel di Bologna, lo scorso anno. Una donna cresciuta con Mariele Ventre. Una donna che ha fatto suoi gli insegnamenti di Mariele e li dona agli altri.

Che storia♥️ #zecchinodoro #marieleventre #antoniano

A post shared by Lo Zecchino siamo noi ✨ (@zecchinoclub) on

Loading...

I Vecchioni di Mariele: gli eterni bambini dell’Antoniano

La storia di Francesca, comincia nel 1976, quando partecipa come solista alla 18° edizione dello Zecchino d’Oro con la canzone “La Teresina” in coppia con Antonio Marchesini. Poi, fino al 1984 è stata corista nel prestigioso Piccolo Coro dell’Antoniano diretto da Mariele Ventre. Un affetto quello che ha legato immediatamente Mariele e Francesca. Un legame che è durato oltre e che ha portato lei e tanti altri che hanno conosciuto Mariele e scritto pagine di storia dello Zecchino d’Oro ad unirsi nel Coro dei Vecchioni di Mariele. Un coro di bambini, con i capelli imbiancati e qualche pelo in più sulla faccia ma comunque bambini. “Quei bambini che lei stessa ha educato alla vita e al canto, con la stessa gioia di allora” si legge sulla loro presentazione. Il loro repertorio è lo stesso di una volta con la volontà di mantenere vivo il ricordo di Mariele e del suo repertorio per sempre.

I Vecchioni di Mariele: gli eterni bambini dell’Antoniano

Il maggio dello scorso anno il Coro dei Vecchioni di Mariele con il contributo di Marco Lui hanno messo in piedi una rappresentazione musicale con foto, spezzoni video esibizioni canore e la lettura di alcune lettere scritte dall’indimenticabile Mariele.

Mariele in bianco e nero e a colori

Il Coro dei Vecchioni di Mariele attraversa l’Italia, si esibisce nelle chiese, nei teatri, nelle piazze. Tante note di uno stesso pentagramma che si librano nell’infinito, tante voci animate dal ricordo scolpito nel cuore di ognuno di loro di quella piccola donna dai grigi capelli che insegnò loro il valore di ogni giorno. Note di un pianoforte che continuerà a suonare accarezzando chiunque le ascolta.