Il cibo? Può creare dipendenza

Quando il cibo è come una droga

Mangiare i piatti preferiti, dolci o salati che siano, può creare dipendenza. Uno studio clinico ha messo in evidenza che quando mangiamo un cibo che ci piace particolarmente si attivano tutte quelle zone del cervello che spingono a volerne mangiare sempre di più, il cibo diventa così una vera e propria dipendenza, come se fosse una vera e propria droga.

Il cibo stimola il cervello come se fosse una droga perché stimola tutte le aree del cervello che ci fanno stare bene, ci fanno sentire gratificati ed appagati. Le cause della dipendenza compulsiva da cibo possono essere molteplici, tra cui stress, un periodo particolarmente difficile che si sta attraversando nella vita, cattiva educazione alimentare. Il cibo si trasforma in un anti stress, in una gratificazione che aiuta a superare l’ansia e fa dimenticare le mille preoccupazioni quotidiane.

Quando si entra in uno stato d’ansia si mangia più velocemente del solito, ci si sente troppo pieni e il corpo non lavora bene perché non riesce ad assimilare correttamente tutto il cibo ingurgitato. Non bisogna dimenticare che il cibo mangiato per calmare i nervi spesso non è affatto sano, anzi si tratta nella stragrande maggioranza dei casi di cibo che è ricco di grassi e zuccheri che creano un forte senso di appagamento ma fanno molto male all’organismo. La dipendenza da cibo ha anche un lator lato oscuro a cui bisogna stare molto attenti, anoressia e bulimia, il rifiuto del cibo che in questo caso viene considerato come un nemico diabolico da sconfiggere.

Loading...

Per combattere la dipendenza da cibo in molti casi è necessaria la psicoterapia che aiuta la mente a considerare il cibo non come anti stress ed antidepressivo ma come nutrimento che deve essere assunto solo quando l’organismo lo chiede. Sana alimentazione e mangiare solo quando si ha davvero fame, uniti ad un corretto movimento fisico, sono la chiave per un corretto rapporto con il cibo che ci fa stare bene in salute e ci dona tutte quelle sostanza di cui abbiamo bisogno per sentirci in forma.

 

Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com