Isola d’Elba: crolla palazzina, cinque persone coinvolte

Tre persone estratte vive, ma due sono in gravi condizioni

Isola d'Elba: crolla palazzina

Un crollo improvviso si è verificato all’alba in una palazzina a due piani a Portoferraio nell’isola d’Elba. Il crollo dell’edificio è stato causato da una fuga di gas, i vigili del fuoco sono impegnati dalle cinque di stamani.

Cinque persone coinvolte

Attualmente cinque sono le persone rimaste coinvolte nel crollo. Nella palazzina composta da tre appartamenti, abitavano tre famiglie. Tre persone sono già estratte vive: sono di una famiglia di Portoferraio. Una quarta persona è stata trovata senza vita: si tratta di un uomo di 68 anni, originario dell’isola ma che oggi risiedeva nel Livornese e in questi giorni era all’Elba in vacanza con la moglie. Mentre la donna risulta ancora dispersa.

Le tre persone estratte sono una coppia di anziani e la figlia 46enne. Sono stati trasportati in elisoccorso all’ospedale di Pisa con ustioni sul 50% e il 90% del corpo. Inoltre nella palazzina abitava anche una terza famiglia composta da madre padre e figlio tutti e tre sono riusciti a mettersi in salvo.

Sul posto i vigili del fuoco insieme alle unità cinofile

Sul posto si stanno dirigendo anche squadre da Piombino e Follonica, oltre alle sezioni operative Usar Light dai Comandi di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Firenze, Prato e Pistoia e 4 unità cinofile. Il sindaco Portoferraio, Angelo Zini giunto sul posto ha dichiarato “È una tragedia perché quando succedono cose del genere non si può che parlare di tragedia. Con un morto, un disperso e tre feriti di cui due mi dicono gravi, speriamo solo che la situazione non peggiori. Stiamo lavorando per estrarre l’ultima persona che è ancora sotto le macerie e nel frattempo si sta operando anche per mettere in sicurezza un tetto della palazzina che è rimasto in piedi ma pericolante“.

Da quanto è emerso la fuga di gas è stata provocata da una serie di bombole collocate all’esterno. I vigili del fuoco stanno procedendo con molta cautela perchè c’è il rischio di nuove esplosioni.


Quotidianpost.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI