Iva Zanicchi sulla lite Bugo-Morgan: “Tutto preparato a tavolino”

Iva Zanicchi è certa che la lite tra Bugo e Morgan sia stata architettata a tavolini dai due artisti per ottenere visibilità

Photocredit Iva Zanicchi tv Verissimo

La repubblica delle donne il programma di Piero Chiambretti non poteva non occuparsi della lite Bugo-Morgan avvenuta a Sanremo 2020, che come d’aspettativa sta tenendo alta l’attenzione dei tanti salotti televisivi e dell’opinione pubblica.

In molti hanno ipotizzato che Morgan avvallato da Bugo abbia messo in piedi l’intero teatrino questo per ottenere attenzione e visibilità visto che il pezzo non era piaciuto al pubblico ma neanche agli addetti ai lavori: Bugo ha da subito respinto l’accusa mentre Morgan ha cercato d’ovviare di rispondere ad una domanda così scontata.

Iva Zanicchi ospite fissa di Chiambretti ha voluto dire la sua sull’intera vicenda, esperta conoscitrice anche dei tempi sanremesi, dell’orchestra e di tutto l’entourage che circola intorno ad un evento così importante come il Festival. La cantante sostiene che la lite tra Morgan e Bugo sia stata preparata, entrambi erano d’accordo anche lo stesso direttore d’orchestra era consapevole del piano visto che ha interrotto la musica al momento giusto.

Iva Zanicchi: “Era tutto preparato, era tutto a tavolino…”

Iva Zanicchi, che non ha mai esitato a dire quello che pensa, è certa che era tutto preparato e ora i due artisti sono coinvolti in qualcosa che gli è sfuggito di mano visto che non possono neanche dire la verità:

Ragazzi non siamo ingenui. Era tutto preparato, era tutto a tavolino. Finirà anche peggio, si dovranno anche picchiare ed insultare perché non potranno dire la verità. Il signor Morgan la prima sera è stato votato ed è arrivato ultimo (anche se, aggiungiamo, il brano è cantato in due), la seconda sera l’hanno penalizzato.

La storica cantante di Zingara si è poi detta schifata di come Bugo e Morgan hanno cantato la canzone di Sergio Endrigo rovinando un capolavoro della musica italiana proprio sul palco dell’Ariston: “Hanno cantato in modo indecente quella canzone di Endrigo che si è rivoltato nella tomba. Neanche nei peggiori karaoke“.