K-9 il cane eroe che ha stanato Al Baghdadi

K-9 il cane eroe che ha stanato Al Baghdadi

Tutti sappiamo che è stata la Delta Force statunitense a catturare Al Baghdadi e che poi il terrorista accortosi di essere in trappola ha deciso di farsi saltare in aria decretando così la sua morte.

Ma il vero eroe in questa vicenda è un cane, il cane che ha catturato l’uomo più ricercato del mondo, il capo dell’Isis Abu Bakr al Baghdadi. Donald Trump ha diffuso su Twitter l’immagine del soldato dell’unità cinofila che ha partecipato al raid nel covo del Califfo in Siria, in squadra con i rambo della Delta Force. E’ stato lui a inseguire il numero uno dello Stato islamico nei sotterranei del bunker, costringendolo a finire in un vicolo cieco e dunque portandolo a farsi esplodere.

Le parole affettuose di Trump

Anche Donald Trump non poteva che rimanere incantato e commosso di fronte al grande coraggio di questo cane che ha deciso di inseguire il pericoloso terrorista fino all’ultimo con sprezzo del pericolo.

Un piccolo grande eroe, che si è comportato come un vero soldato. Si lege nei verbali fatti in seguito al blitz: «Abbiamo desecretato per volere del Presidente degli Stati Uniti la foto di un meraviglioso cane (il nome resta segreto) che ha fatto una gran lavoro nel catturare e uccidere il leader dell’Isis, Abu Bakr al Baghdadi».

Il cane forse è ferito

Nell’esplosione il soldato a quattro zampe è rimasto ferito, non si sa quanto gravemente. Di certo adesso è nelle mani dei migliori medici veterinari militari che si stanno prendendo cura di lui.

Un successo per il cane che è diventato un grande successo a livello globale, questa è la morte di Al Baghdadi vista attraverso le parole di Donald Trump e dei vertici militari statunitensi. E tutti speriamo che questo cane si rimetta velocemente in salute perché deve ancora aiutarci tante e tante volte per la nostra sicurezza e naturalmente gli vogliamo un gran bene.