L’Aquila, 12enne morta schiacciata da trave di un’altalena

La vittima è una ragazzina di 12 anni, che ha perso la vittima schiacciata da una trave dell'altalena, l'infermiere: 'I bimbi urlavano e piangevano'.

Una bambina di 12 anni è morta schiacciata dalla trave di un’altalena. È accaduto nel cortile di un oratorio di San Pelino, frazione di Avezzano, in provincia dell’Aquila. Gli altri bambini, accorgendosi dell’incidente, avrebbero urlato e pianto dicendo alla dodicenne di svegliarsi. A soccorrere la piccola vittima il signor Amleto Magnante, di professione infermiere.

Morta schiacciata da altalena, Amleto: ‘Ho fatto di tutto per salvarla

Amleto Magnante, parlando della bambina morta schiacciata sotto l’altalena che ha cercato di salvare, ha dichiarato: “Ho fatto di tutto per salvarla. Ho fatto davvero di tutto”. L’uomo ha aggiunto che simili eventi sono cose a cui è impossibile abituarsi. Amleto stava passando nelle vicinanze quando si è accorto dei pianti e delle grida degli altri bambini che guardavano la loro amichetta esanime.

- Advertisement -

Le avrebbero detto di svegliarsi

A momento dell’incidente, solo la giovane vittima si sarebbe trovata accanto all’altalena e forse nessuno ha assistito all’attimo della tragedia. Subito dopo però tutti i presenti si sono accorti di quanto accaduto. I ragazzini avrebbero detto più volte all’amichetta di svegliarsi. Amleto Magnante ha dichiarato nel corso di un’intervista al Messaggero: “Non si sono subito accorti della tragedia e hanno continuato a rincorrersi. Dopo qualche minuto si sono improvvisamente fermati come paralizzati”.

Il soccorritore: ‘Hanno capito che era accaduto qualcosa di grave’

Amleto Magnante ha raccontato il momento in cui i bambini si sono accorti della bimba a terra esanime: “Li ho sentiti urlare e piangere e hanno capito che era successo qualcosa di grave”. Sembra che alcune ragazzine, quelle più grandi, si fossero anche avvicinate per meglio comprendere cosa fosse accaduto. Amleto ha provato a rianimare la bambina, che ancora respirava. In seguito è stata portata d’urgenza in ospedale.

- Advertisement -

Inutile qualsiasi tentativo di salvarla

Come informa FanPage, la bambina è stata portata prima al pronto soccorso di Avezzano per essere poi trasferita all’ospedale San Salvatore dell’Aquila. Inutili i tentativi di salvarla: le ferite procuratele dal tronco che le è caduto in testa si sono rivelate troppo gravi. Sono al momento in corso le indagini sulle reali cause della tragedia. Gli inquirenti dovranno accertare se sussistono eventuali responsabilità da parte dei gestori dell’oratorio e addetti al controllo dei minori.