La fantasia floreale: variazioni sul tema per la Stagione Primavera Estate 2014 di Armani

fantasia floreale giorgio armani

Torniamo a parlare della fantasia floreale e delle sue declinazioni più interessanti per rendere un capo di abbigliamento con uno stile personale e che sia sinonimo di cura.

Il floreale si può e si deve interpretare nella maniera più equilibrata possibile e naturalmente a questo contribuisce la creatività dei designer. In linea generale, come ho già affermato in un articolo precedente, è necessario scegliere questo tipo di fantasia solo nel caso ci si senta realmente a proprio agio indossandola, altrimenti si corre il rischio di seguire trend che ottengono il risultato opposto a quello di valorizzare il look.

Loading...

Se non ce la sentiamo di optare per il floreale coloratissimo di Bluegirl, possiamo orientare la nostra attenzione verso il gioco cromatico impalpabile che arriva da alcune proposte di Armani dedicate alla prossima Primavera Estate 2014.

armani fantasia floreale

La prima proposta di Emporio Armani è molto pratica e propone un completo con pantalone e casacca lunga. Il tessuto, morbido e leggerissimo, si fonde perfettamente con il gioco della fantasia, mentre i colori utilizzati si allontanano dalla definizione immediata di ciò che è “estivo”. La fantasia floreale si concentra tutta sulle variazioni del grigio, lasciando qualche spruzzo in giallo e verde con tonalità pallide e, quindi, molto ricercate.

L’abito che realizza la seconda proposta di Giorgio Armani si rende molto più delicato e elegantissimo, grazie alla sfumatura di rosa cipriato per una fantasia floreale che privilegia il macro.armani floreale

L’effetto che si ottiene è quello di rendere un insieme assolutamente prezioso e dedicato all’espressione di una femminilità che certamente possiamo definire romantica, ma che non è assolutamente “dolciastra”. La donna raccontata con questa fantasia floreale mette sempre in primo piano la voglia di definire sé stessa in modo preciso e anche deciso.

Armani realizza in modo perfetto la contemporaneità nelle sue creazioni e propone una variazione sul tema floreale che, pur riprendendo uno stile “classico”, diventa assolutamente moderna.